«Smartphone»

Spazio di discussione su prestiti e forestierismi

Moderatore: Cruscanti

Avatara utente
Decimo
Interventi: 435
Iscritto in data: ven, 18 ago 2006 13:45
Località: Modica

Intervento di Decimo » sab, 12 feb 2011 15:52

Superfonino? Le occorrenze in Rete non sono poche, e pare si riferiscano tutte allo smartphone.
V’ha grand’uopo, a dirlavi con ischiettezza, di restaurar l’Erario nostro, già per somma inopia o sia di voci scelte dal buon Secolo, o sia d’altre voci di novello trovato.

Dario90
Interventi: 45
Iscritto in data: mar, 14 mar 2006 2:20

Intervento di Dario90 » sab, 12 feb 2011 16:03

Decimo ha scritto:Superfonino? Le occorrenze in Rete non sono poche, e pare si riferiscano tutte allo smartphone.
Superfonino, supercellulare, e supertelefonino mi sembrano tutti e tre alternative valide.

Canape lasco ctonio
Interventi: 37
Iscritto in data: lun, 10 gen 2011 23:21
Località: Roma

Intervento di Canape lasco ctonio » sab, 12 feb 2011 22:10

Dario90 ha scritto:Superfonino, supercellulare, e supertelefonino mi sembrano tutti e tre alternative valide.
Io le trovo tutte e tre risibili, da tecnofobi che, non avendo ben presente quale sia l'apporto, il valore aggiunto, dato da uno smartphone alla telefonia mobile, aggiungono un vaghissimo "super".

Molto meglio, a questo punto, la scelta dei francesi, che hanno evidenziato l'evoluzione hardware con quell'"ordi-".

Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9583
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 12:37

Intervento di Marco1971 » sab, 12 feb 2011 22:25

Forse non disdirebbe elaboròfono (da elaboratore + telefono)?
Ma quella lingua si chiama d’una patria, la quale convertisce i vocaboli ch’ella ha accattati da altri nell’uso suo, et è sí potente che i vocaboli accattati non la disordinano, ma ella disordina loro.

Avatara utente
chiara
Interventi: 109
Iscritto in data: gio, 03 set 2009 23:11
Località: Ferrara

Intervento di chiara » dom, 13 feb 2011 0:09

intellifonino mi piace e penso che potrebbe prendere piede, mentre elaboròfono temo che non farebbe molta strada, perché non richiama immediatamente né il telefonino né il computer (che pochissimi chiamano elaboratore). Inoltre la pronuncia non è ovvia, se non viene segnato l'accento.

Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9583
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 12:37

Intervento di Marco1971 » dom, 13 feb 2011 0:24

Se tutti chiamano computer il calcolatore/elaboratore, perché cercare l’equivalente di quello che tutti chiameranno sempre smartphone?
Ma quella lingua si chiama d’una patria, la quale convertisce i vocaboli ch’ella ha accattati da altri nell’uso suo, et è sí potente che i vocaboli accattati non la disordinano, ma ella disordina loro.

Avatara utente
chiara
Interventi: 109
Iscritto in data: gio, 03 set 2009 23:11
Località: Ferrara

Intervento di chiara » dom, 13 feb 2011 0:32

Mi scusi, non intendevo dire questo, mi sono spiegata male! Volevo solo dire che secondo me elaboròfono non richiama immediatamente alla mente dei più i due concetti di "elaboratore" e "telefonino". Potrebbe più facilmente far pensare ad un telefono elaborato. E questo perchè elaboratore è un termine poco usato.

Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9583
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 12:37

Intervento di Marco1971 » dom, 13 feb 2011 0:47

chiara ha scritto:Potrebbe più facilmente far pensare ad un telefono elaborato.
E un iPhone, ad esempio, non sarebbe un telefono elaborato, sofisticato? O fraintendo il concetto? :D
Ma quella lingua si chiama d’una patria, la quale convertisce i vocaboli ch’ella ha accattati da altri nell’uso suo, et è sí potente che i vocaboli accattati non la disordinano, ma ella disordina loro.

Avatara utente
chiara
Interventi: 109
Iscritto in data: gio, 03 set 2009 23:11
Località: Ferrara

Intervento di chiara » dom, 13 feb 2011 0:58

Beh, sì, lo è senz'altro, però "telefono elaborato" (ovvero sofisticato) non necessariamente rimanda all'elaboratore, come penso fosse nelle sue iniziali intenzioni. Per assurdo un telefonino in cui fossero stati sostituiti i normali tasti con delle pietre preziose, potrebbe essere considerato un elaboròfono e magari piacerebbe a qualche sceicco o a qualche Diva di Hollywood, ma nessuno lo definirebbe uno smartphone :lol:

Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9583
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 12:37

Intervento di Marco1971 » dom, 13 feb 2011 1:29

Vorrei a questo punto fare un discorsino generale molto succinto sulla differenza intrinseca, direi, del nominare le cose in inglese e in italiano. L’inglese adopera perlopiú termini d’uso comune, risemantizzandoli o derivandoli da parole familiari; l’italiano, spesso, poggia s’uno zoccolo piú aulico. Non ho in mente esempi a sufficienza, ma questi che seguono forse posso bastare per illustrare l’idea: quello che noi chiamiamo fiammifero (‘portatore/produttore di fiamma’) in inglese è banalmente match; il nostro aulicissimo monopattino (occorre segnare l’accento?) è un semplice scooter, dal verbo colloquiale to scoot, che vale ‘muoversi, correre, andar via di corsa’; il dòtto piroscafo corrisponde a steamship, steamer, letteralmente ‘nave a vapore, vaporatore’. E si potrebbe continuare.

Lungi da me ogni scoraggiamento, anzi, sono contento che si avverta la necessità di sostituire quei termini stranieri che contrastano in modo profondo con l’indole e la struttura dell’italiano; né m’importa quale sia il termine adottato, basta che esso abbia dignità di forma e di senso. Volevo solo giustificare una proposta come elaborofono e ricordare che l’attecchimento dipende in gran parte dall’autorità di chi lo lancia (anche nel caso di parola ridicola).
Ma quella lingua si chiama d’una patria, la quale convertisce i vocaboli ch’ella ha accattati da altri nell’uso suo, et è sí potente che i vocaboli accattati non la disordinano, ma ella disordina loro.

Dario90
Interventi: 45
Iscritto in data: mar, 14 mar 2006 2:20

Intervento di Dario90 » dom, 13 feb 2011 2:54

Canape lasco ctonio ha scritto:
Dario90 ha scritto:Superfonino, supercellulare, e supertelefonino mi sembrano tutti e tre alternative valide.
Io le trovo tutte e tre risibili, da tecnofobi che, non avendo ben presente quale sia l'apporto, il valore aggiunto, dato da uno smartphone alla telefonia mobile, aggiungono un vaghissimo "super".

Molto meglio, a questo punto, la scelta dei francesi, che hanno evidenziato l'evoluzione hardware con quell'"ordi-".
Può darsi, ma dato che sono tutti e tre abbastanza diffusi in rete, pensavo che potessero essere accettabili.

Dario90
Interventi: 45
Iscritto in data: mar, 14 mar 2006 2:20

Intervento di Dario90 » dom, 13 feb 2011 2:59

Il sito "100% Italiano" propone alternative come multitelefono, politelefono, e palmare-cellulare.
http://www.centopercentoitaliano.it/cvs ... w1=S&w2=SM

Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9583
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 12:37

Intervento di Marco1971 » dom, 13 feb 2011 3:22

Si tratta del sito, bisogna precisarlo, che ha ricopiato la nostra lista iniziale, adattandola parzialmente, senza menzione della fonte, e che con audacia appone un copyright. Scandaloso! :evil:
Ma quella lingua si chiama d’una patria, la quale convertisce i vocaboli ch’ella ha accattati da altri nell’uso suo, et è sí potente che i vocaboli accattati non la disordinano, ma ella disordina loro.

Avatara utente
Decimo
Interventi: 435
Iscritto in data: ven, 18 ago 2006 13:45
Località: Modica

Intervento di Decimo » dom, 13 feb 2011 12:28

In ogni caso, io mi terrei al piú trasparente suffisso «-fonino», che evoca direttamente la telefonia mobile (e.g., il videofonino e il TVfonino di qualche tempo fa). Ora, se calcolatore non fosse relegato all’uso di una sparuta schiera di accademici, probabilmente calcofonino sarebbe stata la proposta vincente.

Non sottoscrivo però l’osservazione di Canape: l’inglese smart —vale la pena di ricordarlo?— vale intelligente, sveglio, astuto, e non ha nessuna relazione con lo strumentario. Quanto piú da tecnofobi è dunque superfonino? Per una volta che abbiamo un traducente spontaneo, snello, apparso persino in un autorevole quotidiano, incoraggiamolo.
V’ha grand’uopo, a dirlavi con ischiettezza, di restaurar l’Erario nostro, già per somma inopia o sia di voci scelte dal buon Secolo, o sia d’altre voci di novello trovato.

Canape lasco ctonio
Interventi: 37
Iscritto in data: lun, 10 gen 2011 23:21
Località: Roma

Intervento di Canape lasco ctonio » dom, 13 feb 2011 18:29

Decimo ha scritto:se calcolatore non fosse relegato all’uso di una sparuta schiera di accademici, probabilmente calcofonino sarebbe stata la proposta vincente.
Purtroppo debbo concordare con lei: «calcolatore (elettronico)» resta un termine usato prevalentemente in ambito informatico ed elettronico, da professori che amano la nostra lingua e odiano dover comunicare il loro sapere solo per forestierismi.
Decimo ha scritto:Non sottoscrivo però l’osservazione di Canape: l’inglese smart —vale la pena di ricordarlo?— vale intelligente, sveglio, astuto, e non ha nessuna relazione con lo strumentario. Quanto piú da tecnofobi è dunque superfonino? Per una volta che abbiamo un traducente spontaneo, snello, apparso persino in un autorevole quotidiano, incoraggiamolo.
Posso essere d'accordo sull'ultima considerazione, ovvero appoggio l'idea di sostenere l'uso di un traducente apparso in un quotidiano nazionale, nella speranza che possa diffondersi.

Per quanto riguarda smartphone, però, non ho mai commentato positivamente il termine, e anzi ho scritto chiaramente che apprezzo la scelta francese, a mio avviso più chiara.

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Ferdinand Bardamu, Millermann e 1 ospite