«Promptum»

Spazio di discussione su prestiti e forestierismi

Moderatore: Cruscanti

Intervieni
Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9560
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 13:37

«Promptum»

Intervento di Marco1971 » sab, 27 ago 2005 23:21

Come ho detto nel forum della Crusca — e mi scuso se vi tedio — l’inglese prompt ha lo stesso etimo dell’italiano pronto, e significa, in informatica, «segnale che appare sul video per indicare che il calcolatore (:)) è pronto ad accettare un nuovo comando» (GRADIT). Non suonano bene le seguenti frasi?

Aspetta che il computiere ti dia il pronto...

Appena compare il pronto, digita...


Sarebbe insomma una forma ellittica di «messaggio che segnala che il computiere è pronto a continuare».

Infarinato mi suggerisce sprone, che personalmente trovo un po’ forte, ma mi va bene tutto, tranne prompt! ;)

Sarebbe interessante sentire i vostri pareri. Grazie.

P.S. Dimenticavo: benvenuto al mio omonimo! :D

Marco Bonavoglia
Interventi: 7
Iscritto in data: sab, 27 ago 2005 18:50
Località: Milano

Grazie!

Intervento di Marco Bonavoglia » dom, 28 ago 2005 10:39

Controllando la lista degli utenti l'omonimo dovrei essere io, quindi grazie! :D
Per prompt, mi sembra che pronto sia un'ottima traduzione: è una sola parola e si capisce benissimo che cosa voglia dire, quindi per me è perfetta.
Parzialmente fuori tema, se troverò un po' di tempo cercherò di dare il mio piccolo aiuto alla preparazione della lista di traducenti per i forestierismi segnalati dall'amministrazione svizzera (soprattutto per quelli di origine informatica). Qualche commento è già pronto, penso di inserirlo entro stasera.
Buona domenica!
Marco Bonavoglia

Avatara utente
Miseria
Interventi: 84
Iscritto in data: mar, 05 lug 2005 18:05

Windows’ «prompt dei comandi»

Intervento di Miseria » dom, 28 ago 2005 11:15

Le Finestre hanno il pronto dei comandi? Pronto? Come sempre bisogna considerare il contesto… Come tradurre? «Base comandi»? Non «pannello», c’è già quello di controllo. Eh, il mondo dell’informatica è un formicaio di forestierismi… :(
Una donna ci aspetta alle colline.

Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9560
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 13:37

Re: Grazie!

Intervento di Marco1971 » dom, 28 ago 2005 21:49

Marco Bonavoglia ha scritto:Parzialmente fuori tema, se troverò un po' di tempo cercherò di dare il mio piccolo aiuto alla preparazione della lista di traducenti per i forestierismi segnalati dall'amministrazione svizzera (soprattutto per quelli di origine informatica). Qualche commento è già pronto, penso di inserirlo entro stasera.
Buona domenica!
Grazie della sua partecipazione. È un piacere incontrare persone che tengono alla nostra lingua, specie se — come suppongo che lei sia — informatici, o comunque che lavorano in ambiti particolarmente colpiti dal morbus.

Attendo con ansia il suo contributo! :)

Avatara utente
miku
Interventi: 133
Iscritto in data: lun, 21 feb 2005 19:33
Info contatto:

Intervento di miku » lun, 29 ago 2005 11:29

Per me pronto va benissimo. Solo, è certo che prompt non sia inteso come suggerimento? Cioè, si imbecca il calcolatore. Plausibile dunque imbeccata? 8)

pronto

Avatara utente
giulia tonelli
Interventi: 370
Iscritto in data: mar, 12 lug 2005 10:51
Località: Stoccolma

Intervento di giulia tonelli » lun, 29 ago 2005 11:50

miku ha scritto:Per me pronto va benissimo. Solo, è certo che prompt non sia inteso come suggerimento? Cioè, si imbecca il calcolatore.
L'idea è giusta, ma veramente è il calcolatore che imbecca noi, invitandoci a dirgli qualcosa. Questo comunque non cambia la validità del suo suggerimento.

Avatara utente
miku
Interventi: 133
Iscritto in data: lun, 21 feb 2005 19:33
Info contatto:

Intervento di miku » lun, 29 ago 2005 11:54

Perché è il calcolatore a imbeccare noi? Non diamo noi il comando? Scusi la domanda forse sciocca, ma (a usare una formula di Infarinato), sono alquanto disinformatico :wink:

Avatara utente
giulia tonelli
Interventi: 370
Iscritto in data: mar, 12 lug 2005 10:51
Località: Stoccolma

Intervento di giulia tonelli » lun, 29 ago 2005 12:34

Aiuto. Mi sa che ci stiamo infilando in un ginepraio. Comunque, questa e' la mia interpretazione, fondata sulla mia conoscenza dell'inglese:
To prompt significa imbeccare, incitare, suggerire qualcuno ad andare avanti (o a cominciare) a parlare o a fare qualcosa. Il sostantivo prompt significa "la cosa che prompts", in altre parole e' il suggerimento, l'imbeccata, l'incitamento.
Uscendo dal gergo informatico, se qualcuno deve recitare Il 5 maggio e non se la ricorda, io sottovoce gli diro' "Ei fu...". In questo caso io sto *promptando lui, e le parole "Ei fu" sono il prompt.
Da questo esempio, a me sembra evidente che, se la scrittina "C:>" e' il prompt, che sta li' a lampeggiare, ammiccando furbetto, e' il computer che sta imbeccando me, incitandomi a dirgli qualcosa. Magari ho sempre interpretato male, sentiamo anche altri pareri di anglofoni.

Avatara utente
miku
Interventi: 133
Iscritto in data: lun, 21 feb 2005 19:33
Info contatto:

Intervento di miku » lun, 29 ago 2005 12:46

giulia tonelli ha scritto:[...]se qualcuno deve recitare Il 5 maggio e non se la ricorda, io sottovoce gli diro' "Ei fu...". In questo caso io sto *promptando lui, e le parole "Ei fu" sono il prompt.

Così intendo anch'io.
giulia tonelli ha scritto:Da questo esempio, a me sembra evidente che, se la scrittina "C:>" e' il prompt, che sta li' a lampeggiare, ammiccando furbetto, e' il computer che sta imbeccando me, incitandomi a dirgli qualcosa. Magari ho sempre interpretato male, sentiamo anche altri pareri di anglofoni.
Qui però divergo: se si fa seguire alla C: diabolicamente lampeggiante una stringa di comando, non è la macchina a suggerire qualcosa, ma al contrario l'uomo.

O forse, da un punto di vista semiotico, emittente e destinatario fondano un campo di ricezione cooperativo: un prompt bilaterale.

E' noto che l'uomo comunichi tanto meglio con la macchina quanto più diventa egli stesso una macchina: questo a detta degli amici disumanizzati :(

Avatara utente
giulia tonelli
Interventi: 370
Iscritto in data: mar, 12 lug 2005 10:51
Località: Stoccolma

Intervento di giulia tonelli » lun, 29 ago 2005 12:58

...ma se la scrittina lampeggiante "C:>" E' IL PROMPT, vuol dire che detta scrittina e' come le parole "Ei fu", giusto? quindi, visto che il soggetto che sta promptando e' chi dice le parole "Ei fu", in questo caso il soggetto che prompta e' chi dice "C:>", e quindi e' il calcolatore, giusto? Non sto capendo niente? (Io l'avevo detto che ci stavamo infilando in un ginepraio...)

Avatara utente
miku
Interventi: 133
Iscritto in data: lun, 21 feb 2005 19:33
Info contatto:

Intervento di miku » lun, 29 ago 2005 13:07

giulia tonelli ha scritto:...ma se la scrittina lampeggiante "C:>" E' IL PROMPT, vuol dire che detta scrittina e' come le parole "Ei fu", giusto? quindi, visto che il soggetto che sta promptando e' chi dice le parole "Ei fu", in questo caso il soggetto che prompta e' chi dice "C:>", e quindi e' il calcolatore, giusto? Non sto capendo niente? (Io l'avevo detto che ci stavamo infilando in un ginepraio...)
Già: ma se la botola suggerisce sempre Ei fu l'attore passa un brutto quarto d'ora! :lol: Un Ei fu dinamico deve essere fondato sulla cooperazione...

Un ginepraio, forse, sì.

amicus_eius
Interventi: 131
Iscritto in data: ven, 10 giu 2005 11:33

Intervento di amicus_eius » mer, 31 ago 2005 16:01

Oddio, questo più che un ginepraio è una foresta...

In ogni modo, è errato proporre l'equivalenza fra prompt e suggerimento, almeno in alcuni casi?

Sono quasi due mesi che manco e sto solo ribadendo cose dette da altri (magari da Miku, per esempio), dopo una rapida scorsa. Per il prompt dei comandi di cui parla Miseria si dovrebbe ricorrere a un traducente diverso, dato che il problema sta anche nel fatto che non c'è corrispondenza biunivoca fra l'area di pertinenza del termine inglese e quella dei possibili traducenti.

Salutz, companhons.

Avatara utente
Infarinato
Amministratore
Interventi: 3621
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 11:40
Info contatto:

Intervento di Infarinato » mer, 31 ago 2005 16:48

amicus_eius ha scritto:In ogni modo, è errato proporre l'equivalenza fra prompt e suggerimento, almeno in alcuni casi?
Domanda retorica o sincera, Amicus?

Come ho scritto a Marco in un’«elettroepistola», Giulia ha sostanzialmente ragione: col prompt il calcolatore «ti stimola a stimolarlo» :D, per cui avevo proposto molto castellanianamente sprone. :mrgreen:

Antujo
Interventi: 48
Iscritto in data: ven, 05 giu 2015 12:16

Intervento di Antujo » dom, 02 ott 2016 14:36

In questa guida su Bash, il cui originale in inglese è questo, prompt è stato tradotto con invito.

Alcuni esempi:

Nelle shell non interattive, l'invito [o prompt], PS1, non è impostato. (pag. 18)

Bash rende sempre più divertente giocare con l'invito [prompt]. V. la Sezione Controllare l'invito nelle pagine info di Bash. (pag. 20)

Gli inviti (prompt) in questo corso possono variare in base allo spirito dell'autore. Ciò si accosta più alle situazione della vita reale piuttosto del tradizionale educativo invito $. L'unica convenzione a cui ci atteniamo è che l'invito di root termina con un segno cancelletto (# o hash mark). (pag. 34)

Nota: i corsivi degli esempi sono quelli della guida.

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 1 ospite