"Deletare" e "deletato"

Spazio di discussione su questioni di carattere morfologico

Moderatore: Cruscanti

Intervieni
Avatara utente
Zabob
Interventi: 915
Iscritto in data: sab, 28 lug 2012 19:22

"Deletare" e "deletato"

Intervento di Zabob »

Rispettivamente 107000 e 189000 risultati in Google.
Se proprio dobbiamo creare un neologismo per le forme inglesi to delete e deleted (quando già in italiano abbiamo "rimuovere", "eliminare", "cancellare", "sopprimere") usiamo "delere" e "deleto". Quest'ultimo e "delezione" sono già adoperati in genetica; inoltre "deleto" è registrato dai vocabolari come termine desueto.

Avatara utente
Ferdinand Bardamu
Moderatore
Interventi: 4213
Iscritto in data: mer, 21 ott 2009 14:25
Località: Legnago (Verona)

Intervento di Ferdinand Bardamu »

Delere sarebbe un latinismo innecessario, di registro troppo elevato per un termine, in fondo, d'uso comune (in àmbito informatico). Direi di continuare a usare i semplici eliminare, rimuovere e simili.

Avatara utente
Zabob
Interventi: 915
Iscritto in data: sab, 28 lug 2012 19:22

Intervento di Zabob »

Ferdinand Bardamu ha scritto:Delere sarebbe un latinismo innecessario, di registro troppo elevato per un termine, in fondo, d'uso comune (in àmbito informatico). Direi di continuare a usare i semplici eliminare, rimuovere e simili.
Sono d'accordo, e ho scritto "se proprio dobbiamo": "delere" sarebbe a mio avviso il male minore rispetto a "deletare". A meno che non si voglia interpretare deletare come forma frequentativa di delere, analogamente a cantare rispetto a canere :shock:
Del resto, si sa che attualmente solo la prima declinazione è produttiva in italiano: per questo nessuno pensa a resuscitare delere (che poi non sarebbe uno scherzo coniugarlo); per finire, non sarebbe il primo latinismo che ci ritornerebbe rimasticato dall'inglese: v. sponsor, media, e, per restare in ambito informatico&biologico, virus...

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 0 ospiti