Mostri in libertà

Spazio di discussione su questioni che non rientrano nelle altre categorie, o che ne coinvolgono piú d’una

Moderatore: Cruscanti

Avatara utente
SinoItaliano
Interventi: 384
Iscritto in data: mer, 04 gen 2012 8:27
Località: Pechino

Re: Mostri in libertà

Intervento di SinoItaliano »

Zabob ha scritto:Stendendo il dovuto e ormai logoro velo pietoso su "ceccare", "contattare" e "politica"
"Ceccare" 'n ze pò sentì...
"Contattare" è un verbo che uso spesso quando voglio essere generico, senza specificare per telefono, fax o posta elettronica. Perché non le piace?
"Politica" mi sembra un calco di policy, anche se personalmente non lo trovo troppo malvagio.

Ciò non toglie che sono comunque d'accordo con lei.

Se può consolare, il correttore ortografico di Word segnala in verde parole come utilizzo, modalità, ecc. con una breve spiegazione che invita a usare le forme "semplici" quando quelle "complesse" sono inutili.
Questo di sette è il piú gradito giorno, pien di speme e di gioia: diman tristezza e noia recheran l'ore, ed al travaglio usato ciascuno in suo pensier farà ritorno.

Avatara utente
giulia tonelli
Interventi: 370
Iscritto in data: mar, 12 lug 2005 10:51
Località: Stoccolma

Intervento di giulia tonelli »

Gustosissimo l'intervento originale di Zabob, e purtroppo realistico. E' quella che io chiamo da anni "Sindrome da Verbale dei Carabinieri". Nei verbali dei Carabinieri si giunge e non si arriva, si traduce e non si trasporta, si termina e non si finisce.
E' vero che i giornali scrivono cosi', ma questo e' un effetto, non la causa. Io, che sono diversamente giovane, ricordo come questo modo di parlare (ma soprattutto di scrivere) ci venisse inculcato a martellate, nelle scuole elementari e medie degli anni 60 e 70. Io per anni mi sono sentita dire che "il verbo fare non si usa nella lingua scritta". Giuro. Me lo segnavano errore. E quindi uno si arrampica sugli specchi e scrive "effettuare", che e' uno dei miei incubi notturni. "Fare", "dire", erano considerati di bassa lega, inopportuni.
Credo fosse un ipercorrettismo dovuto alla presenza del dialetto, ancora forte in molte zone in quegli anni. Il risultato e' una generazione (la mia, e quindi anche quelle successive) che piu' una parola e' roboante, pesante e "difficile", meglio e'.

Avatara utente
Ferdinand Bardamu
Moderatore
Interventi: 4307
Iscritto in data: mer, 21 ott 2009 14:25
Località: Legnago (Verona)

Intervento di Ferdinand Bardamu »

giulia tonelli ha scritto:Nei verbali dei Carabinieri si giunge e non si arriva, si traduce e non si trasporta, si termina e non si finisce.
L’antilingua di calviniana memoria: «Il sottoscritto essendosi recato nelle prime ore antimeridiane nei locali dello scantinato per eseguire l’avviamento dell’impianto termico, dichiara d’essere casualmente incorso nel ritrovamento di un quantitativo di prodotti vinicoli».

Ho notato anch’io questa tendenza a evitare le parole semplici e comuni. Di questo passo, si finirà per *effettuare l’amore.
SinoItaliano ha scritto:"Contattare" è un verbo che uso spesso quando voglio essere generico, senza specificare per telefono, fax o posta elettronica. Perché non le piace?
Contattare «è vocabolo usato soprattutto nel linguaggio del commercio e degli affari, e nel linguaggio politico e sindacale» (Treccani in linea, s.v. «Contattare»). Nemmeno io lo condannerei senz’appello, perché è breve, però bisogna dire che ha la stessa aria di utilizzo o realizzo.

domna charola
Interventi: 1081
Iscritto in data: ven, 13 apr 2012 9:09

Intervento di domna charola »

A proposito di "prodotti vinicoli", quanto mi fanno imbestialire i "prodotti postali"!!! Ma cosa produce la Posta, se le lettere le scriviamo noi, e gli oggetti inviati nei pacchi sono prodotti dall'industria?
... o forse si riferisce a ritardi nelle consegne e smarrimenti? :roll:

Avatara utente
Zabob
Interventi: 923
Iscritto in data: sab, 28 lug 2012 19:22

Re: Mostri in libertà

Intervento di Zabob »

SinoItaliano ha scritto:"Contattare" è un verbo che uso spesso quando voglio essere generico, senza specificare per telefono, fax o posta elettronica. Perché non le piace?
Non qui, ma tempo fa devo aver letto una reprimenda di qualche censore della lingua, che lo condannava insieme ad "approcciare", "impattare" e sim.

P.S.: Non è sublime?
Oggi com'oggi non si sente dire dieci parole, cinque delle quali non sieno o d'oltremonte o nuove, dando un calcio alle proprie e native. (Fanfani-Arlìa, 1877)

Avatara utente
Animo Grato
Interventi: 1379
Iscritto in data: ven, 01 feb 2013 15:11

Re: Mostri in libertà

Intervento di Animo Grato »

Zabob ha scritto:P.S.: Non è sublime?
Non riesco a visualizzarlo.

Avatara utente
Zabob
Interventi: 923
Iscritto in data: sab, 28 lug 2012 19:22

Re: Mostri in libertà

Intervento di Zabob »

Animo Grato ha scritto:Non riesco a visualizzarlo.
È una lunga elencazione È un lungo elenco di frasi fatte, tipiche del linguaggio giornalistico, che invadevano e tuttora invadono le pagine dei quotidiani, il tutto disposto graficamente come una poesia da Guido Ceronetti, intitolato "Cretinario subliminale". Apparso su La Stampa del 29/12/1989.
Cretinario subliminale
L'impatto ambientale. / Il terreno è favorevole. / Lo Stato farà tutto il suo dovere. / Non guarderemo in faccia nessuno. / La verità deve venire a galla. / Si rischia un calo di credibilità delle istituzioni. / Non occorrono leggi speciali: / basta applicare quelle esistenti. / La pena di morte è, oltre a tutto, inutile. / Paesi ricchi e paesi poveri. / Il Nord e il Sud del pianeta. / La cultura dell'accoglienza. / Prima riformare le istituzioni. / L'unica formula è il pentapartito. / Creare le condizioni per l'alternativa. / Un vertice antimafia alla presenza / del Capo della Polizia e del Ministro degli Interni. / L'avvenire si presenta oscuro. / In seguito alla rottura. / Al minimo storico.
Compromesso il patrimonio genetico. / La vita si è allungata di molto. / Carenza di infrastrutture. / Rischiamo di perdere l'appuntamento con l'Europa. / L'Italia è al di sotto del Portogallo. / Inflazione-record. / La riduzione della spesa pubblica. / Far pagare i ricchi. / No alla precettazione. / Trasporti nel caos. / Trasporti regolari fino a domenica. / Domani si vola. / Il (sic) zero virgola due per cento in meno rispetto / alle ultime elezioni alla stessa ora. / Colpire in alto. / In vista un condono. / Si preoccupa di salvaguardare l'unità del partito. / Il pentito superprotetto. / La dieta mediterranea per prevenire l'infarto. / L'economia nel complesso tira. / Salvare l'occupazione. / Interlocutore privilegiato. / La rivoluzione che abbattè i privilegi feudali. / In epoca preantibiotica. / Il fine supremo è l'uomo. / Non dobbiamo tuttavia dimenticare che gli animali sono al servizio dell'uomo.
In positivo. / Nel mirino. / Le forze dell'ordine stanno setacciando la zona. / Le esigenze dello sviluppo non vanno disgiunte dal rispetto per l'ambiente. / Un nuovo rapporto tra l'uomo e la natura. / Febbrili consultazioni in corso. / La Camera ha osservato un minuto di silenzio. / No dei Vescovi al preservativo. / Turismo in pericolo. / Solenne monito dell'Arcivescovo ai funerali delle vittime. / I sette paesi più industrializzati. / La più grave del dopoguerra. / I paesi in via di sviluppo. / SOS pianeta. / Pensare al futuro. / Maltempo al Nord, schiarite al Sud. / Sostenuto ma scorrevole. / Si riapre la caccia ed è subito polemica. / Chiediamo ai rapitori un gesto di amore. / Sfida allo Stato. / Sì alla vita. / Lo Stato accetta la sfida. / L'esercito presidio di pace. / L'Italia si offre come mediatrice nella questione mediorientale.
Mi faccia un menabò. / La clinica degli orrori. / Il muro degli egoismi. / L'umanità deve scegliere. / Più stretta collaborazione. / L'Italia si rimette alle decisioni dell'ONU. / L'Italia si rimette alle decisioni della CEE. / L'Italia fautrice del dialogo. / L'Italia si batterà per l'apertura immediata di trattative. / Non creare allarmismi. / Non fare personalismi. / In vena di protagonismo. / Posizione narcisistica. / Il nostro partito ringrazia l'elettorato e s'impegna. / Ingorgo-record a Roma. / Governo alle corde. / Crisi al buio. / La stangata in arrivo. / Penalizzata l'auto. / Tornano le paure dell'Anno Mille. / Sotto accusa i servizi segreti. / La base scontenta. / Saltati i terminali. / Il travaglio del PCI. / In piazza contro la mafia. / Revocato il provvedimento. / La paralisi della giustizia. / La vendetta trasversale.
Recepito al più alto livello. / Profondamente introiettato. / Nei sondaggi in declino la popolarità. / Polo laico in fermento. / E' tempo di ripensamenti. / Il buco nell'ozono. / Ha passato i livelli di guardia. / I giovani sono migliori di noi. / Una pioggia di miliardi. / Neppure gli eterosessuali sono più al sicuro. / Le zone a rischio. / La storia si è rimessa in moto. / Duro scambio di accuse. / Per un riesame della situazione. / Portatore di handicap. / Il riciclaggio di denaro sporco. / Nella loro globalità. / La punta di un iceberg. / Le istanze disattese. / Un rapporto migliore col proprio corpo. / Un approccio globale. / Ho debuttato col batticuore. / Il dialogo tra i partners. / Soddisfatti gli operatori. / Il codice di autoregolazione. / E' scattato il blitz. / Colpevolizzare la vittima. / Una escalation di violenza. / Più della metà dei treni ha funzionato. / Il filo rosso che lega. / Il filo rosso che attraversa.
Per... è già futuro. / Risvolti boccacceschi. / Per un perfetto orgasmo. / Con punte sadomasochistiche. / Con punte melodrammatiche. / Un'ipotesi fantascientifica. / A misura d'uomo. / La qualità della vita. / Tra virgolette. / La qualità della vita tra virgolette. / A misura d'uomo tra virgolette. / Per un perfetto orgasmo tra virgolette. / L'impatto ambientale tra virgolette. / Il fine supremo è l'uomo tra virgolette. / Il codice di autoregolazione tra virgolette. / La storia si è rimessa in moto tra virgolette. / Domani si vola tra virgolette. / Chiediamo ai rapitori un gesto di amore tra virgolette. / Lo Stato accetta la sfida tra virgolette.
Eccetera eccetera...
Oggi com'oggi non si sente dire dieci parole, cinque delle quali non sieno o d'oltremonte o nuove, dando un calcio alle proprie e native. (Fanfani-Arlìa, 1877)

Avatara utente
Ferdinand Bardamu
Moderatore
Interventi: 4307
Iscritto in data: mer, 21 ott 2009 14:25
Località: Legnago (Verona)

Re: Mostri in libertà

Intervento di Ferdinand Bardamu »

Molto divertente, ma anche molto avvilente. Però rammentiamoci che la comunicazione in tivvú dev’essere piuttosto rapida, quindi alcune (pochissime) di queste frasi fatte tornano comode. Questo non ne giustifica l’abuso, comunque.
Ingorgo-record a Roma.
A parte che non so come si faccia a misurare un ingorgo e a stabilire un primato, immaginiamoci un titolo «Grosso ingorgo a Roma». La notizia, dal cielo dei primati, ritornerebbe súbito sulla terra: a Roma c’era un gran traffico. Punto.

Avatara utente
SinoItaliano
Interventi: 384
Iscritto in data: mer, 04 gen 2012 8:27
Località: Pechino

Intervento di SinoItaliano »

giulia tonelli ha scritto:Nei verbali dei Carabinieri si giunge e non si arriva, si traduce e non si trasporta, si termina e non si finisce.
Ho visto una denuncia della polizia fatta a Barcellona, e pur non sapendo il catalano, paradossalmente l'ho trovata molto piú facile da capire di una denuncia italiana. Infatti erano usati termini molto «terra terra», tipo furt, rubat, o qualcosa del genere.
In una denuncia italiana cosa si sarebbe scritto? Forse "è stata sottratta alla mia proprietà un portaoggetti in cuoio contenente valori e un apparecchio elettronico di radiotelecomunicazione"?
Ferdinand Bardamu ha scritto:Contattare «è vocabolo usato soprattutto nel linguaggio del commercio e degli affari, e nel linguaggio politico e sindacale» (Treccani in linea, s.v. «Contattare»).
Confesso di averlo usato in tutti gli ambiti, non solo commerciale, degli affari, ecc.
domna charola ha scritto:A proposito di "prodotti vinicoli", quanto mi fanno imbestialire i "prodotti postali"!!! Ma cosa produce la Posta, se le lettere le scriviamo noi, e gli oggetti inviati nei pacchi sono prodotti dall'industria?
... o forse si riferisce a ritardi nelle consegne e smarrimenti? :roll:
Penso che per "prodotti postali" intendano raccomandata, Paccocelere, ecc. quindi direi piuttosto "servizi postali".
E poi prodotti Bancoposta"... anche qui direi che di tratta perlopiù di "servizi bancari/Bancoposta".
Questo di sette è il piú gradito giorno, pien di speme e di gioia: diman tristezza e noia recheran l'ore, ed al travaglio usato ciascuno in suo pensier farà ritorno.

Avatara utente
Ferdinand Bardamu
Moderatore
Interventi: 4307
Iscritto in data: mer, 21 ott 2009 14:25
Località: Legnago (Verona)

Intervento di Ferdinand Bardamu »

SinoItaliano ha scritto:
Ferdinand Bardamu ha scritto:Contattare «è vocabolo usato soprattutto nel linguaggio del commercio e degli affari, e nel linguaggio politico e sindacale» (Treccani in linea, s.v. «Contattare»).
Confesso di averlo usato in tutti gli ambiti, non solo commerciale, degli affari, ecc.
È molto breve e si presta all’uso quotidiano. Quasi tutti i siti commerciali l’usano (contattateci), come calco dell’inglese contact us.

Avatara utente
Manutio
Interventi: 113
Iscritto in data: mar, 12 mar 2013 9:48

Intervento di Manutio »

Suggerisco questi aggiornamenti:
Brahms 2013: Variazioni su una tematica di Haydn.
Amleto 2013: «Essere o non essere, questa è la problematica!»

Avatara utente
Zabob
Interventi: 923
Iscritto in data: sab, 28 lug 2012 19:22

Intervento di Zabob »

Manutio ha scritto:Suggerisco questi aggiornamenti:
Eco 2013: «Il nominativo della rosa»
Dickens 2013: «Tempistiche dure»
Oggi com'oggi non si sente dire dieci parole, cinque delle quali non sieno o d'oltremonte o nuove, dando un calcio alle proprie e native. (Fanfani-Arlìa, 1877)

Avatara utente
Souchou-sama
Interventi: 414
Iscritto in data: ven, 22 giu 2012 23:01
Località: Persico Dosimo

Intervento di Souchou-sama »

Zabob ha scritto:Dickens 2013: «Tempistiche dure»
Meglio: Le problematiche delle tempistiche. :D

Avatara utente
Manutio
Interventi: 113
Iscritto in data: mar, 12 mar 2013 9:48

Intervento di Manutio »

La realtà supera la fantasia.
Souchou-sama ha scritto:
Meglio: Le problematiche delle tempistiche.
11 aprile 2013, TG 5 delle 13: I troppi incidenti ferroviari in Italia sono dovuti alle «problematiche manutentive».

Avatara utente
Animo Grato
Interventi: 1379
Iscritto in data: ven, 01 feb 2013 15:11

Intervento di Animo Grato »

Manutio ha scritto:11 aprile 2013, TG 5 delle 13: I troppi incidenti ferroviari in Italia sono dovuti alle «problematiche manutentive».
"Manutentive" mi ricorda "manutengolo". :lol:

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Bing [Bot] e 0 ospiti