Giacomo Leopardi e i forestierismi

Spazio di discussione su prestiti e forestierismi

Moderatore: Cruscanti

Avatara utente
bubu7
Interventi: 1453
Iscritto in data: gio, 01 dic 2005 15:53
Località: Roma
Info contatto:

Intervento di bubu7 » mer, 31 mag 2006 14:39

Incarcato ha scritto:Quindi il pensiero di Leopardi deve rimanere confinato al suo secolo e non è applicabile oggi?
Il pensiero non deve rimanere confinato… ma Leopardi, sì.
Possiamo individuare alcune sue riflessioni e vedere se si possano applicare alla situazione attuale. Ma a quel punto le riflessioni cessano di essere di Leopardi e diventano impersonali. Non possiamo dire: «Anche Leopardi diceva…», sfruttando l’autorità di Leopardi per appoggiare una nostra tesi, perché le sue parole, in un diverso contesto storico, diventano slegate dall’autore.
Possiamo invece ricorrere, più agevolmente, all’autorità di linguisti nostri contemporanei.
Noi possiamo studiare la poetica di Leopardi partendo dal nostro orizzonte culturale, e già questa è una manipolazione dalla quale però non si può prescindere, ma non possiamo dire cosa avrebbe pensato oggi Leopardi, altrimenti rischiamo il ridicolo.

Avatara utente
Infarinato
Amministratore
Interventi: 3562
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 11:40
Info contatto:

[FT] Spostamento interventi

Intervento di Infarinato » mer, 07 giu 2006 0:11

Sposto qui, perché non in tema con l’argomento della discussione, la polemica che è seguita all’intervento precedente.

Intervieni