«Brain storming»

Spazio di discussione su prestiti e forestierismi

Moderatore: Cruscanti

Marco Treviglio
Interventi: 142
Iscritto in data: mar, 30 giu 2015 13:27

«Brain storming»

Intervento di Marco Treviglio » mar, 06 set 2016 17:18

Buongiorno!

Per questo concetto, nei contesti ove «consulto» sia poco adeguato, è possibile tradurlo con «stimolazione cerebrale stereoindotta» o «polindotta»?
Magari acronimizzando l'espressione?

Mi rendo conto della mia stupidità, ma non ne conosco ancora il vero livello. :P :D

Carnby
Interventi: 3557
Iscritto in data: ven, 25 nov 2005 18:53
Località: Empolese-Valdelsa

Intervento di Carnby » mer, 07 set 2016 13:17

Un tempo si diceva tranquillamente tempesta di cervelli.

sempervirens
Interventi: 599
Iscritto in data: gio, 23 apr 2015 15:14

Intervento di sempervirens » mer, 07 set 2016 15:10

Eh, io sono sempre titubante di fronte a queste parole. Tra l'altro a giro per il mondo si trova sia brainstorming sia brain storming, e poi ancora brain storm e brainstorm.

Invece di cercare di disfare il bandolo della matassa da una parte, io mi rifaccio dall'altra. Che vuol dire storm in italiano? Vuol dire bufera, tempesta, burrasca, fortunale o temporale? Ed ancora brain, quando al plurale vuol dire cervella o cervelli? IL cervelletto è il latino cerebellum e così in inglese. Amen!
Io, scusate se faccio parlare la mia ignoranza al posto mio ma imprecisione per imprecisione allora tiro fuori il verbo buffare (meno conosciuto di sbuffare) e faccio buffacervello. Finito per sempre il problema. Il Principe di Montenevoso avrebbe approvato. :)
Io nella mia lingua ci credo.

Avatara utente
Millermann
Interventi: 805
Iscritto in data: ven, 26 giu 2015 19:21
Località: Riviera dei Cedri

Intervento di Millermann » mer, 07 set 2016 16:25

In effetti i traducenti proposti (tempesta di idee, consulto, seduta intensiva) sono forse ancora poco significativi.
D'altra parte brainstorming è tra i termini piú ostici da tradurre: perfino il francese, con remue-méninges, pare abbia in parte fallito. Resiste solo lo spagnolo con lluvia de ideas.

Secondo me, invece, qui bisogna partire dal significato: un brainstorming non è altro che una riunione il cui scopo è quello di raccogliere il piú alto numero possibile d'idee, anche strampalate, senza scartarne alcuna.
Noi abbiamo il verbo ideare e l'aggettivo ideativo. Che ne dite, allora, di «riunione/seduta ideativa»? :D
In Italia, dotta, Foro fatto dai latini

Avatara utente
marcocurreli
Interventi: 467
Iscritto in data: ven, 25 set 2009 22:36
Località: Cagliari

Intervento di marcocurreli » gio, 08 set 2016 0:02

Io "tempesta di idee" lo trovo invece significativo, comunque più di altre soluzioni.

Brain storming in effetti è una tempesta di idee dopo una fuga di cervelli (o, se vogliamo, una tempesta causata da cervelli in fuga).

sempervirens
Interventi: 599
Iscritto in data: gio, 23 apr 2015 15:14

Intervento di sempervirens » gio, 08 set 2016 0:10

Così ci spiega il dizionario Treccani in linea:
brain storming ‹brèin stòomiṅ› locuz. ingl. [deverbale di (to) brain storm (che indica l’azione di riunire gli esperti ecc.), a sua volta dalla locuz. nominale brain storm «idea brillante», propr. «tempesta» (storm) «di cervelli» o «nel cervello» (brain)], usata in ital. come s. m. – Tipo di lavoro di gruppo nel quale più esperti riuniti insieme esprimono liberamente le loro idee, anche astruse o paradossali, circa un determinato problema, al fine di rendere possibile, con la loro combinazione, di trovare una soluzione originale e brillante del problema stesso (è una tecnica particolarm. efficace per trovare, ad es., uno slogan pubblicitario, per ideare modi del lancio di un prodotto, ecc.).

Ora, il perché del mio riferimento all'imprecisione delle parole inglesi usate, cioè del problema alla fonte lo capiamo al volo leggendo alcuni punti.

Si parla di idea brillante e poi si continua con ...propriamente tempesta. Capisco i salti mortali per spiegare ciò che potrebbe significare tutto e niente, ma io rimango lo stesso alquanto perplesso e poco convinto. Non so voi ma se dico a uno che ha avuto un'idea brillante non gli dico certo che ha avuto una tempesta nel cervello. Tra l'altro come madrelingua italiano l'assenza di preposizioni adeguate mi lascia di stucco, giacché "tempesta di cervelli" e "tempesta nel cervello" per me sono cose completamente diverse.
Anche l'uso di tale locuzione non sempre è chiaro. Viene talvolta usata per definire un tipo di interrogazione scolastica.
A questo punto qualsiasi parola italiana messa insieme alla meno peggio andrebbe più che bene secondo me, e per rendervene conto fate una breve carrellata dei possibili significati delle locuzioni inglesi che cominciano con brain, sempre su Treccani, che ce le riporta tutte fedelmente quasi fosse un dizionario bilingue.
Io nella mia lingua ci credo.

Marco Treviglio
Interventi: 142
Iscritto in data: mar, 30 giu 2015 13:27

Intervento di Marco Treviglio » gio, 08 set 2016 17:12

Millermann ha scritto:Secondo me, invece, qui bisogna partire dal significato: un brainstorming non è altro che una riunione il cui scopo è quello di raccogliere il piú alto numero possibile d'idee, anche strampalate, senza scartarne alcuna.
Noi abbiamo il verbo ideare e l'aggettivo ideativo. Che ne dite, allora, di «riunione/seduta ideativa»? :D

Sono d'accordo con Lei, sempreché si tratti di questo. :roll:
Accetterei anche «assemblea / consulta(zione) ideativa» e, per estensione, «consulto ideativo». :wink:

Hirpinus
Interventi: 19
Iscritto in data: gio, 01 ott 2015 21:30

Intervento di Hirpinus » gio, 08 set 2016 21:25

Marco Treviglio ha scritto:
Millermann ha scritto:Secondo me, invece, qui bisogna partire dal significato: un brainstorming non è altro che una riunione il cui scopo è quello di raccogliere il piú alto numero possibile d'idee, anche strampalate, senza scartarne alcuna.
Noi abbiamo il verbo ideare e l'aggettivo ideativo. Che ne dite, allora, di «riunione/seduta ideativa»? :D

Sono d'accordo con Lei, sempreché si tratti di questo. :roll:
Accetterei anche «assemblea / consulta(zione) ideativa» e, per estensione, «consulto ideativo». :wink:
In classe, in qualche lezione, ci hanno proposto un brainstorming tematico.
La Sua proposta, Marco, si avvicina, un po', al significato dell'anglismo: proverò a usarne qualcuno, nelle varie occasioni.

Avatara utente
marcocurreli
Interventi: 467
Iscritto in data: ven, 25 set 2009 22:36
Località: Cagliari

Intervento di marcocurreli » gio, 08 set 2016 22:54

Il brainstorming è una metodologia di lavoro secondo la quale gli astanti sparano cavolate a ripetizione a seconda dell'idea che gli frulla nella testa in quel momento; si tratta proprio di un bombardamento di idee, alcune brillanti, altre meno, e altre ancora decisamente bislacche. Nella stanza piove una gragnola di idee, una vera e propria tempesta.
Passata la tempesta si contano i morti e i feriti e si raccolgono le poche idee sane rimaste.

Quindi, ripeto, la locuzione "tempesta di idee" (e non "di cervelli") mi sembra abbastanza azzeccata.
Il termine tempesta rende bene l'idea della confusione e convulsione che si ha nel momento in cui una grande quantità di idee viene "sparata" e annotata alla rinfusa (così come viene), senza un ordine e senza capirne il significato.
È infatti solo in un secondo momento che si fa chiarezza, si screma, si analizza e si riordinano le idee. La fase ideativa vera e propria è questa seconda fase, cioè quella che segue il braingstorming. (Si noti che il Treccani in rete parla espressamente di coordinamento delle idee, cosa che manca durante la "tempesta").

guidoalberto
Interventi: 46
Iscritto in data: lun, 27 giu 2016 10:01

Intervento di guidoalberto » ven, 09 set 2016 10:36

Lavoro in un'azienda multinazionale dove termini come questo si usano a bizzeffe.
Posso testimoniare che, da noi e in molte altre aziende, la parola viene usata a sproposito e i nostri 'brainstorming' non sono altro che riunioni in cui si cercano le soluzioni ad un problema o in cui si elaborano nuove idee su un certo tema.
Questo specifico metodo di esprimere idee in piena libertà e andando per libere associazioni io non l'ho mai visto utilizzare, forse è proprio di alcuni specifici ambienti come quello pubblicitario o simili.
O forse è solo un'americanata e qui ci si guarda bene dallo spararne di troppo grosse, onde evitare di suscitare le ben note capacità di dileggio della nostra gente.
Scherzo..ma nemmeno troppo..
Comunque sia la parola che il suo significato mi sembrano inutili, adatti forse a qualche specialista e naturalmente a chi ama riempirsi la bocca di parole pur avendo poco da dire.
Personalmente riunione mi va più che bene e se devo parlare un po' ricercato uso 'tavolo di confronto'.
Laddove poi i miei colleghi dicono 'facciamo un brainstorming' io dico semplicemente: discutiamo di...!

Avatara utente
Roberto Crivello
Interventi: 1636
Iscritto in data: lun, 11 apr 2005 4:37
Località: Salt Lake City, Utah
Info contatto:

Intervento di Roberto Crivello » ven, 09 set 2016 17:19

Vorrei dire che mi è piaciuto questo intervento di guidoalberto, che con poche parole ha messo il dito sulla piaga di queste discussioni infinite su come tradurre certe americanate, ossia che nella lingua inglese sono di casa procedimenti di creazione linguistica alieni dalla nostra mentalità, per ragioni culturali e quant'altro si voglia, e sarà un bene o un male se ne può discutere a iosa, ma è sempre opportuno tenere presente che nell'italiano idiomatico, genuino - se esiste ancora visto il pervasivo influsso dell'inglese - le cose si dicono in altri modi, e ne abbiamo discusso qui e lì tempo fa (mi viene in mente la discussione su flashback, ma ce ne sono state molte altre).

Carnby
Interventi: 3557
Iscritto in data: ven, 25 nov 2005 18:53
Località: Empolese-Valdelsa

Intervento di Carnby » ven, 09 set 2016 17:43

sempervirens ha scritto:Che vuol dire storm in italiano?
L'International Meteorological Vocabulary dell'Organizzazione mondiale della meteorologia dice che storm equivale al francese tempête e allo spagnolo temporal (ricordiamo che in castigliano temporale – in inglese thunderstorm – si dice tormenta). Tempesta mi pare che vada più che bene.
sempervirens ha scritto:Ed ancora brain, quando al plurale vuol dire cervella o cervelli?
Brain equivale a encefalo; cerebrum a cervello e cerebellum a cervelletto; mentre la parola popolare in inglese indica l'insieme del sistema nervoso centrale (tranne il midollo spinale), quella italiana indica solo una parte, per questo si può avere, in un contesto non scientifico, brain equivalente a cervello.

Avatara utente
marcocurreli
Interventi: 467
Iscritto in data: ven, 25 set 2009 22:36
Località: Cagliari

Intervento di marcocurreli » ven, 09 set 2016 20:16

guidoalberto ha scritto:[...] da noi e in molte altre aziende, la parola viene usata a sproposito e i nostri 'brainstorming' non sono altro che riunioni in cui si cercano le soluzioni [...]
Il braing storming non è una semplice discussione o uno scambio di idee, è proprio una metologia particolare ben codificata. Se poi il termine viene usato a sproposito (come sinonimo di riunione per la risoluzione di un problema) è un altro paio di maniche.

Anni fa, verso la fine degli anni '80, avevo partecipato a un incontro del genere (non ricordo però il nome che veniva usato, nell'ambito di un corso di formazione organizzato dal Formez). Una persona (in quel caso un docente) annotava sulla lavagna le idee man mano che venivano espresse, poi in un secondo momento le idee venivano raggruppate in qualche modo, si scartavano i doppioni, si stabilivano priorità e collegamenti (con delle frecce). La cosa era abbastanza divertente, e comunque dava i suoi frutti.

Il fatto che sia poco usato in Italia non lo rende automaticamente "un'americanata", e e non ne fa di esso una semplice "riunione".

Che lo si chiami come si vuole, ma in ogni caso un termine specifico e univoco va ricercato.

guidoalberto
Interventi: 46
Iscritto in data: lun, 27 giu 2016 10:01

Intervento di guidoalberto » sab, 10 set 2016 9:37

marcocurreli ha scritto:Che lo si chiami come si vuole, ma in ogni caso un termine specifico e univoco va ricercato.
Buongiorno!
Sono d'accordo sull'utilità di un traducente per l'uso specialistico, per il quale forse bisognerebbe sentire gli addetti ai lavori, ma io credo che questo termine sia usato nella massima parte dei casi in un'accezione comune diversa, di cui bisogna tener conto.
Anche i dizionari ne danno una definizione ampia, per esempio la succitata Treccani dice 'Tipo di lavoro di gruppo nel quale più esperti riuniti insieme esprimono liberamente le loro idee, anche astruse o paradossali, circa un determinato problema, al fine di rendere possibile, con la loro combinazione, di trovare una soluzione originale e brillante del problema stesso'.
Allora ogni volta che su questo sito si cerca un nuovo traducente si sta facendo un brainstorming.
Ma non c'era bisogno degli americani per insegnarci questo modo di procedere, né quindi c'è bisogno di questa parola nel parlare comune.
Se pretendiamo di tradurla cadiamo in un tranello, ci mettiamo a parlare come loro, con il brainstorming, il team building, il problem solving e così via..poco importa se abbiamo tradotto o meno.
In questo senso io penso che brainstorming in italiano non si dice e basta.

sempervirens
Interventi: 599
Iscritto in data: gio, 23 apr 2015 15:14

Intervento di sempervirens » sab, 10 set 2016 14:05

Carnby ha scritto:
sempervirens ha scritto:Che vuol dire storm in italiano?
Tempesta mi pare che vada più che bene.
Scusi l'insistenza e la curiosità, potrebbe spiegarmi perché bufera non va altrettanto bene? :?
Io nella mia lingua ci credo.

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 1 ospite