Due punti o punto e virgola?

Spazio di discussione su questioni di grafematica e ortografia

Moderatore: Cruscanti

Vinci
Interventi: 117
Iscritto in data: gio, 31 lug 2014 22:40

Due punti o punto e virgola?

Intervento di Vinci » mer, 06 giu 2018 18:11

Nel seguente periodo è meglio dividere le proposizioni con un punto o con un punto e virgola?
"A causa di problemi di salute come frequenti mal di testa e dolore agli occhi, Sonia ha frequentato in modo discontinuo . ; I /i genitori hanno provveduto tempestivamente a sottoporre la propria figlia a visite mediche specialistiche e a specifici esami strumentali e di laboratorio dai quali non è emerso, fortunatamente, nulla".
Grazie!

domna charola
Interventi: 1059
Iscritto in data: ven, 13 apr 2012 9:09

Intervento di domna charola » gio, 07 giu 2018 13:47

Secondo me sono due informazioni diverse; si collegano, indirettamente, alla medesima situazione, ma come costruzione appaiono slegate, cioè non c'è nulla che le metta formalmente in relazione.
Voto punto e virgola, o addirittura punto.

Avatara utente
Infarinato
Amministratore
Interventi: 3584
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 11:40
Info contatto:

Intervento di Infarinato » gio, 07 giu 2018 15:08

domna charola ha scritto:Voto punto e virgola, o addirittura punto.
Sottoscrivo a due mani. Si è sempre troppo parchi di punti fermi in questo paese (absit metaphora verbis :mrgreen:).

Avatara utente
Millermann
Interventi: 756
Iscritto in data: ven, 26 giu 2015 19:21
Località: Riviera dei Cedri

Intervento di Millermann » gio, 07 giu 2018 19:55

Anch'io, qui, opterei per il punto (nonostante sia spesso fautore del punto e virgola); in piú, isolerei con una virgola iniziale l'inciso introdotto dal come (che, altrimenti, potrebbe essere scambiato per una congiunzione correlativa). :)

[Mi spiego meglio con un esempio:
A) Apprezzo la frutta fresca, come le mele e le pere.
B) Apprezzo la frutta fresca come le uova e i formaggi.
È forse una precauzione eccessiva? :P]
In Italia, dotta, Foro fatto dai latini

domna charola
Interventi: 1059
Iscritto in data: ven, 13 apr 2012 9:09

Intervento di domna charola » ven, 08 giu 2018 8:50

Concordo. Nella fretta mi era sfuggito quel dettaglio.

Avatara utente
GFR
Interventi: 296
Iscritto in data: ven, 10 ott 2014 21:39

Intervento di GFR » dom, 08 lug 2018 10:40

Nell'esempio di Vinci a me sembra tassativo il punto.

Negli esempi di Millermann invece mi pare che debba prevalere il senso e la virgola sia da mettere a discrezione.
La poesia è sfuggente al comando/ma so che esiste in ciò che mi circonda/timida basta la cresta di un'onda/per dir che l'attimo si sta annunciando/ A volte il lago mi si apre allorquando/nei suoni colgo il suo canto alla sponda/

Avatara utente
marcocurreli
Interventi: 440
Iscritto in data: ven, 25 set 2009 22:36
Località: Cagliari

Intervento di marcocurreli » mer, 18 lug 2018 23:14

Il punto o il punto e virgola vanno bene entrambi, secondo me. Io in questo casi mi baso soprattutto sulla lunghezza dei periodi precedenti o seguenti; un passo fatto di tanti periodi brevi rischia di frammentare troppo il testo, e quindi in questo caso è meglio il punto e virgola. Nel caso inverso andrebbe meglio un punto fermo. In sostanza, la scelta dipende dalla maggiore o minore scorrevolezza del passo nel suo insieme.

Avatara utente
lorenzos
Interventi: 231
Iscritto in data: lun, 30 mar 2015 15:59

Intervento di lorenzos » gio, 19 lug 2018 12:04

Millermann ha scritto:Anch'io, qui, opterei per il punto (nonostante sia spesso fautore del punto e virgola); in piú, isolerei con una virgola iniziale l'inciso introdotto dal come (che, altrimenti, potrebbe essere scambiato per una congiunzione correlativa). :)
[Mi spiego meglio con un esempio:
A) Apprezzo la frutta fresca, come le mele e le pere.
B) Apprezzo la frutta fresca come le uova e i formaggi.
È forse una precauzione eccessiva? :P]
Buongionro Millermann. Concordo sul punto ma non sulla virgola: per avere una correlativa non avrebbe dovuto essere: "A causa di problemi di salute come di frequenti mal di testa e dolore [dolori?] agli occhi"? Grazie.
Gli Usa importano merci ed esportano parole e dollàri.

Avatara utente
Millermann
Interventi: 756
Iscritto in data: ven, 26 giu 2015 19:21
Località: Riviera dei Cedri

Intervento di Millermann » gio, 19 lug 2018 15:45

Sí, è vero: il di, in quel caso, andava senz'altro ripetuto. :P Tuttavia, io quella virgola la metterei ugualmente; come prima, riprendo il mio esempio per riuscire a spiegarmi meglio:

A1) Ho bisogno di frutta fresca, come queste mele.
(La virgola, per me, qui ci sta bene)
A2) Ho bisogno di frutta fresca come queste mele.
(Cosí mi sembra di volere altri tipi di frutta, purché sia altrettanto fresca)

B1) Ho bisogno di frutta fresca come di proteine.
(Lo vedo meglio senza virgola...)
B2) Ho bisogno di frutta fresca, vitamine, acqua, come di proteine.
(...a meno che non vi sia un elenco con altre virgole).

Tenga conto che io, in linea di principio, preferisco minimizzare il numero delle virgole, però è vero che una virgola in piú, anche non necessaria, a volte può rendere un testo piú leggibile e meno ambiguo. :)
In Italia, dotta, Foro fatto dai latini

Avatara utente
lorenzos
Interventi: 231
Iscritto in data: lun, 30 mar 2015 15:59

Intervento di lorenzos » gio, 19 lug 2018 18:24

Gentile Millermann concordo, ma nella frase in esame propendo per la discrezionalità.
Millermann ha scritto:A1) Ho bisogno di frutta fresca, come queste mele.
(La virgola, per me, qui ci sta bene)
A2) Ho bisogno di frutta fresca come queste mele.
(Cosí mi sembra di volere altri tipi di frutta, purché sia altrettanto fresca)
In entrambi i casi, mi pare si abbia bisogno di frutta fresca, mele o pere che siano; temo non sia affatto facile, con quelle parole, dire che si vogliono proprio delle mele.
Gli Usa importano merci ed esportano parole e dollàri.

Avatara utente
Millermann
Interventi: 756
Iscritto in data: ven, 26 giu 2015 19:21
Località: Riviera dei Cedri

Intervento di Millermann » gio, 19 lug 2018 19:42

Per me nell'esempio A1 si ha bisogno di mele; invece in A2, quello senza virgola, l'ambiguità è superiore alla certezza, gliene do atto :). Allora, immaginiamo di essere dal fruttivendolo e di ascoltare questo scambio di battute (R sta per risposta):
A1) Ho bisogno di frutta fresca, come queste mele.
R1) Benissimo, quante gliene faccio?

A3) Ho bisogno di frutta, fresca come queste mele.
R3) È tutta freschissima, facciamo un misto?

Insomma, la virgola in A1 e A3, suggerendo una pausa, sposta la focalizzazione (la [sillaba] tonica, che normalmente è in fondo all'enunciato), aiutando a eliminare l'ambiguità (nello scritto, ovviamente, ché nel parlato ci pensa l'intonazione).
E la frase A2? Rileggendola, noto che ha, forse, una prosodia piú simile a quella della A1 che non della A3, dato che la tonica "tira" a destra; pertanto le prime due si possono considerare quasi equivalenti.

Che ne pensa? Sono riuscito a convincerla? (Non si preoccupi, non è questo il mio scopo; al contrario, apprezzo davvero i dubbi che lei sa istillare! ;))
In Italia, dotta, Foro fatto dai latini

domna charola
Interventi: 1059
Iscritto in data: ven, 13 apr 2012 9:09

Intervento di domna charola » ven, 20 lug 2018 8:25

Al solito, secondo me il grosso dei dubbi si risolvono con la lettura espressiva, ovvero cercando di ricostruire l'intenzione dell'emittente (quella appunto che si avrebbe spontaneamente al mercato, nella situazione reale) e di renderla evidente al ricevente.
Nel secondo caso, l'appoggiatura mi verrebbe su "fresca", perché quello è il concetto attorno a cui ruota tutto il discorso, la mia "intenzione":
"ho bisogno di frutta FRESCA come queste mele".
Enfatizzando "fresca", il seguito della frase è quasi trascinato dietro questo punto centrale, senza soluzione di continuità. Se volessi appuntare sul copione questo effetto, senza dubbio non metterei la virgola (poi magari aggiungerei anche un segno su "fresca", ma questo esula dal discorso meramente letterario).
Nel primo caso, invece, l'appoggiatura andrebbe su "come queste mele", magari dopo una piccola pausa, durante la quale "vedo" le mele in una parte del banco, e mi illumino per aver trovato la soluzione:
"ho bisogno di frutta fresca... uhm... (sguardo che passa in rassegna istantaneamente il banco) come QUESTE MELE!! (eureka, ho trovato!)".
Ecco, la virgola è il minimo che possa usare per segnalare l'attimo di indecisione.

Avatara utente
lorenzos
Interventi: 231
Iscritto in data: lun, 30 mar 2015 15:59

Intervento di lorenzos » ven, 20 lug 2018 9:19

Millermann ha scritto:A1) Ho bisogno di frutta fresca, come queste mele.
R1) Benissimo, quante gliene faccio?
R2) È tutta freschissima, signora: guardi queste pere.
Gli Usa importano merci ed esportano parole e dollàri.

domna charola
Interventi: 1059
Iscritto in data: ven, 13 apr 2012 9:09

Intervento di domna charola » ven, 20 lug 2018 12:08

Al di là della forma grafica adottata, bisogna vedere come verrà detta al fruttivendolo. Magari lui risponde così, perché chi dice la frase la dice ignorando la virgola...

Avatara utente
lorenzos
Interventi: 231
Iscritto in data: lun, 30 mar 2015 15:59

Intervento di lorenzos » ven, 20 lug 2018 13:37

Sì, certo: dipende dalla prosodia ma soprattutto dall'orecchio del mercante.
Gli Usa importano merci ed esportano parole e dollàri.

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 2 ospiti