«Plancton» e termini correlati

Spazio di discussione su prestiti e forestierismi

Moderatore: Cruscanti

Intervieni
Avatara utente
G. M.
Interventi: 236
Iscritto in data: mar, 22 nov 2016 16:54

«Plancton» e termini correlati

Intervento di G. M. » mar, 20 ago 2019 12:31

Dal Treccani:
plàncton (meno com. plànkton) s. m. [dal fr. plancton, che è dal ted. Plankton, e questo dal gr. πλαγκτόν, neutro di πλαγκτός «errabondo», der. di πλάζω «andar errando»]. – In biologia, l’insieme degli organismi vegetali (fitoplancton) e animali (zooplancton) di dimensioni minute o microscopiche, [...]
Qual è l'adattamento migliore del termine? Planto? Plantóne? Plàntone?
A prescindere dalle regole esatte di adattamento di termini greci all'italiano (che non conosco, attendo spiegazioni), bisogna considerare in questo caso anche il gran numero di derivati che si sono prodotti dalla forma non adattata. Si apre un mondo... planctobio, planctofago, planctofito, planctologia, planctonepibionte, planctonico, planctonte, planctovoro, zooplancton, fitoplancton, oloplancton, meroplancton, macroplancton, mesoplancton, microplancton, nannoplancton, oloplanctonico, meroplanctonico, microplanctonico, macroplanctonico, nannoplanctonico, e di sicuro altri che mi sono sfuggiti.
Ci sono poi tutti i termini che esprimono concetti simili, la cui costruzione spesso ricalca quella di plancton: necton, bentos (col derivato bentonico), pleuston, pleon, psammon, eccetera, ciascuno di sicuro coi propri derivati, che non mi sono messo a cercare. :lol:
Considerando che diversi derivati mantengono la n (penso in particolare agli aggettivi che indicano la relazione più immediata: planctonico, nectonico, bentonico...), mi sembrerebbe buono un adattamento che la conservi; e (qui più per ragioni di gusto personale) come prima sensazione non mi dispiacciono gli adattamenti sdruccioli: plàntone, nèctone, psàmmone, plèustone, ecc. (più che plantóne, nectóne, psammóne, pleustóne, ecc.). Per le regole esatte di adattamento dal greco all'italiano, attendo lumi. E anche ogni genere di pareri, considerazioni generali...

Avatara utente
Berardinelli Giorgio
Interventi: 93
Iscritto in data: gio, 15 ago 2019 11:13

Re: «Plancton» e termini correlati

Intervento di Berardinelli Giorgio » mar, 20 ago 2019 13:14

Salve. Di norma le parole greche che contengono il gruppo -nct (greco -γκτ) perdono il gruppo -ct nel passaggio all'italiano. Se è vero che esiste l'arte 'elenctica', di forma ellenizzante, è anche vero che, insieme con questa, esiste quella di forma più italiana: 'elentica'. Tale mutamento sussiste anche nel passaggio dal latino all'italiano (vedi 'sanctus').

Detto questo, come Lei stesso ha evidenziato, sono prolificati innumerevoli termini da p. derivati e un adattamento del capofamiglia dovrebbe comportare una modifica pure di quelli.

In vista di una tale difficoltà e del fatto che p. pertiene a un linguaggio scientifico, io personalmente sono dell'idea di lasciarlo così com'è, a meno che non si voglia trovare un adattamento che non vada a comportare cambiamenti così radicali nel linguaggio che zoologi e scienziati usano tutti i giorni tranquillamente; e oltre a 'planto' la vedo dura.

Avatara utente
Ferdinand Bardamu
Moderatore
Interventi: 4125
Iscritto in data: mer, 21 ott 2009 14:25
Località: Legnago (Verona)

Re: «Plancton» e termini correlati

Intervento di Ferdinand Bardamu » mar, 20 ago 2019 23:31

L’esperto è il nostro Infarinato. In prima battuta, aspettando un suo intervento, direi che un adattamento plàntone o plantóne per plancton è anetimologico e sarebbe percepito come popolare. Quella /n/ fa parte della desinenza del neutro, dunque è meglio eliminarla, come eliminiamo la /m/ di forum quando l’adattiamo in fòro. (Sono pronto alla bacchettata se ho preso un granchio :mrgreen: ).

Avatara utente
Berardinelli Giorgio
Interventi: 93
Iscritto in data: gio, 15 ago 2019 11:13

Re: «Plancton» e termini correlati

Intervento di Berardinelli Giorgio » mer, 21 ago 2019 8:45

Ferdinand Bardamu ha scritto:
mar, 20 ago 2019 23:31
L’esperto è il nostro Infarinato. In prima battuta, aspettando un suo intervento, direi che un adattamento plàntone o plantóne per plancton è anetimologico e sarebbe percepito come popolare. Quella /n/ fa parte della desinenza del neutro, dunque è meglio eliminarla, come eliminiamo la /m/ di forum quando l’adattiamo in fòro. (Sono pronto alla bacchettata se ho preso un granchio :mrgreen: ).
Dunque 'plànto'.

Avatara utente
Infarinato
Amministratore
Interventi: 3622
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 11:40
Info contatto:

Re: «Plancton» e termini correlati

Intervento di Infarinato » mer, 21 ago 2019 12:57

Sí, planto (che fra l’altro come prefisso non potrebbe nemmeno confondersi col planti- del latino planta, in cui la «vocale compositiva» è ovviamente i)… Ma non illudiamoci. :|

Avatara utente
G. M.
Interventi: 236
Iscritto in data: mar, 22 nov 2016 16:54

Re: «Plancton» e termini correlati

Intervento di G. M. » mer, 21 ago 2019 13:50

Grazie mille a tutti gli intervenuti. :)

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 2 ospiti