Varco per «gate»

Spazio di discussione su prestiti e forestierismi

Moderatore: Cruscanti

Intervieni
Avatara utente
Angeligna
Interventi: 23
Iscritto in data: mer, 18 apr 2012 15:38
Località: Roma

Varco per «gate»

Intervento di Angeligna » lun, 23 apr 2012 13:15

Buongiorno a tutti, per praticità ho pensato di aprire un nuovo filone.

Leggendo le discussioni sulla lista dei forestierirmi ho notato che l'unico accenno alla possibilità di usare varco come traducente di gate (nel contesto aeroportuale) è qui.
Mi sembra una buona soluzione ma ho visto che non è stato incluso nella lista e mi sentirei di proporlo, in alternativa a uscita, che pure è citato nella discussione ma non incluso nella lista dei traducenti.

P.S. Ho chiesto l'iscrizione al gruppo dei «Forestieristi» ma, frequentando il gruppo da pochissimo tempo, preferirei comunque passare dallo spazio di discussione piuttosto che modificare la lista.

Avatara utente
Infarinato
Amministratore
Interventi: 3634
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 10:40
Info contatto:

Re: Varco per «gate»

Intervento di Infarinato » lun, 23 apr 2012 13:46

Angeligna ha scritto:Ho chiesto l'iscrizione al gruppo dei «Forestieristi» ma, frequentando il gruppo da pochissimo tempo, preferirei comunque passare dallo spazio di discussione piuttosto che modificare la lista.
Codesto —vale forse la pena ribadirlo— è un passaggio obbligato[rio]: ogni nuova proposta va comunque sempre discussa prima in questa piazza. ;)
Angeligna ha scritto:…l'unico accenno alla possibilità di usare varco come traducente di gate (nel contesto aeroportuale) è qui.
Mi sembra una buona soluzione ma ho visto che non è stato incluso nella lista e mi sentirei di proporlo, in alternativa a uscita, che pure è citato nella discussione ma non incluso nella lista dei traducenti.
Ho rimediato alla dimenticanza: grazie della segnalazione. :)

Tuttavia, per quanto riguarda varco, mi permetto di rimandarla al primo punto delle istruzioni per la compilazione della lista dei forestierismi: essendo porta [d’imbarco], cancello e uscita tre traducenti di gate già lemmatizzati (e in uso), è del tutto superfluo (e anche poco professionale) aggiungerne un quarto, che (per di piú) non ha alcun riscontro nell’uso: non siamo qui a giocare agli onomaturghi. ;)

Avatara utente
Angeligna
Interventi: 23
Iscritto in data: mer, 18 apr 2012 15:38
Località: Roma

Re: Varco per «gate»

Intervento di Angeligna » lun, 23 apr 2012 14:11

Grazie per le preziose precisazioni.
Comunque, giocare agli onomaturghi deve essere divertentissimo! :D

Avatara utente
SinoItaliano
Interventi: 384
Iscritto in data: mer, 04 gen 2012 8:27
Località: Pechino

Intervento di SinoItaliano » lun, 23 apr 2012 19:58

In certi casi si potrebbe usare imbarco, specialmente quando seguito da numero? Per esempio: “Il volo è atteso all'imbarco n. 27”.

Se non erro, l'aeroporto di Roma Fiumicino usa uscita, anche se non sono sicuro, poiché è da tanto tempo che non torno a Roma e quindi che non uso tale aeroporto.

Personalmente, se le altre opzioni non fossero già lemmatizzate e usate, il mio traducente preferito sarebbe varco, perché è una traduzione letterale e rende l'idea di un varco attraverso il quale dall'aeroporto si sale in aereo.

Inoltre, pur essendo uscita ampiamente usata negli aeroporti italiani, si potrebbe creare qualche ambiguità tra l'uscita [d'imbarco] (gate), che serve ai passeggeri in partenza per salire in aereo, e l'uscita vera e propria (exit/way out), usata da passeggeri in arrivo, accompagnatori dei passeggeri, personale ecc. per uscire dall'aeroporto coi piedi per terra. :)

Ma il contesto e la specificazione “uscita d'imbarco” dovrebbero chiarire.
Quindi mentre l'altoparlante può benissimo dire “Imbarco immediato, uscita 15”, un cartello d'indicazione che indichi “Uscita” da una parte e “Uscite” (d'imbarco) nella direzione opposta sarebbe molto confondente e anche comico, se non si aggiungesse “d'imbarco”. :)
Questo di sette è il piú gradito giorno, pien di speme e di gioia: diman tristezza e noia recheran l'ore, ed al travaglio usato ciascuno in suo pensier farà ritorno.

Avatara utente
G. M.
Interventi: 260
Iscritto in data: mar, 22 nov 2016 15:54

Re: Varco per «gate»

Intervento di G. M. » lun, 20 mag 2019 17:13

Infarinato ha scritto:
lun, 23 apr 2012 13:46
[...] non ha alcun riscontro nell’uso [...]
Mah, non sarei così sicuro. Proprio oggi, a Palermo, sono incappato in un grosso cartello bilingue con scritto «Varco/Gate». Il contesto è solo portuale e non aeroportuale, ma mi sembra comunque interessante segnalarlo. :wink: Non ho fatto una foto, ma l'ho cercato su Google Maps e potete vederlo qui. Si noti che la data dice 2013.

Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9583
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 12:37

Re: Varco per «gate»

Intervento di Marco1971 » mar, 21 mag 2019 0:17

Non ci avevo fatto caso, ma «varco» compare nella definizione di gate nel Treccani, e, sotto varco, sebbene riferito a stazioni ferroviarie, si fa riferimento all’inglese gate. È quindi un valido traducente, accanto a porta. Ma chi cambierà, in maniera uniforme, tutti i cartelli aeroportuali?
Ma quella lingua si chiama d’una patria, la quale convertisce i vocaboli ch’ella ha accattati da altri nell’uso suo, et è sí potente che i vocaboli accattati non la disordinano, ma ella disordina loro.

Avatara utente
Infarinato
Amministratore
Interventi: 3634
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 10:40
Info contatto:

Re: Varco per «gate»

Intervento di Infarinato » mar, 21 mag 2019 1:36

Marco1971 ha scritto:
mar, 21 mag 2019 0:17
Non ci avevo fatto caso, ma «varco» compare nella definizione di gate nel Treccani
Sí, però sembrerebbe piú una chiosa che un traducente, ruolo che pare invece riservato proprio a porta, in fondo alla voce.

Non mi pronuncio sulla terminologia ferroviaria o portuale, ma direi che in àmbito aeroportuale varco è affatto inusitato. Sui cartelli degli aeroporti italiani ho quasi sempre visto (accanto a gate, ovviamente) solo uscita. Guardando alcune foto recenti degli aeroporti di Fiumicino e della Malpensa noto però che oggigiorno viene usato (anche/solo?) imbarco, che mi sembra una buona soluzione.

Si veda anche questo filone di qualche anno fa.

guidoalberto
Interventi: 46
Iscritto in data: lun, 27 giu 2016 10:01

Re: Varco per «gate»

Intervento di guidoalberto » gio, 23 mag 2019 14:21

Segnalo che proprio ieri M. Gramellini scriveva sulla prima pagina del Corriere della Sera, a proposito di aeroporti:
"Perché costringerci a passare sotto i raggi X [...] se poi chiunque può presentarsi al varco con un biglietto qualsiasi [...]?"

Avatara utente
Berardinelli Giorgio
Interventi: 136
Iscritto in data: gio, 15 ago 2019 11:13

Re: Varco per «gate»

Intervento di Berardinelli Giorgio » mer, 20 nov 2019 10:03

Sì, non ha proprio senso utilizzare cancello, uscita e porta per tradurre lo specifico gate; piuttosto [pontile d'] imbarco, ma varco è traducente di gran lunga migliore. Non vedo proprio perché sia stato bocciato.

Avatara utente
Infarinato
Amministratore
Interventi: 3634
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 10:40
Info contatto:

Re: Varco per «gate»

Intervento di Infarinato » mer, 20 nov 2019 20:57

Berardinelli Giorgio ha scritto:
mer, 20 nov 2019 10:03
Sì, non ha proprio senso utilizzare cancello, uscita e porta per tradurre lo specifico gate; piuttosto [pontile d'] imbarco, ma varco è traducente di gran lunga migliore. Non vedo proprio perché sia stato bocciato.
Forse perché qui non si fa onomaturgia fine a sé stessa né s’indulge a innecessarie risemantizzazioni, e uscita e [porta d’]imbarco sono effettivamente usate negli aeroporti italiani (accanto ad accettazione per check-in), varco no. ;)
ImmagineImmagine

Avatara utente
Berardinelli Giorgio
Interventi: 136
Iscritto in data: gio, 15 ago 2019 11:13

Re: Varco per «gate»

Intervento di Berardinelli Giorgio » gio, 21 nov 2019 9:02

Allora si modifichi la voce della lista in:
lista ha scritto: gate: [porta d'] imbarco, uscita
e si tolga cancello, di cui non ha fornito esempî empirici.

Avatara utente
Infarinato
Amministratore
Interventi: 3634
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 10:40
Info contatto:

Re: Varco per «gate»

Intervento di Infarinato » gio, 21 nov 2019 9:43

Sí, cancello (in senso aeroportuale) è sbagliato (non so chi l’abbia inserito :roll:) e va eliminato.

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 0 ospiti