«Chiasmo»: definizione a mio parere errata

Spazio di discussione su questioni di retorica e stile

Moderatore: Cruscanti

Intervieni
rossosolodisera
Interventi: 169
Iscritto in data: lun, 30 dic 2013 18:30

«Chiasmo»: definizione a mio parere errata

Intervento di rossosolodisera » gio, 05 giu 2014 23:10

Ne "la Settimana Enigmistica" n° 4289 , a pag. 45, a corredo di una domanda, è scritta la seguente definizione di chiasmo, che è diversa dal concetto che per chiasmo ho sempre inteso io:

consiste nel contrapporre due espressioni in modo che i termini della seconda siano disposti in modo inverso rispetto a quelli della prima, come nella frase "bisogna lavorare per vivere, non vivere per lavorare".

La definizione data, anche considerando l'esempio addotto, descrive una frase ad effetto molto usata: magari la si può considerare davvero un esempio estremo di chiasmo, con l'identità perfino dei termini, ma che io sappia per essere di fronte ad un chiasmo non deve esserci come requisito un'inversione di vocaboli (che è il caso dell'esempio citato) bensì dei rispettivi elementi logici o strutturali del discorso, ad esempio verbo-soggetto / soggetto-verbo. Esempio: "nei giorni feriali non esco, esco di domenica". Esempi decisamente più poetici :
- "cesare fui e son Giustiniano" "
- "Siena mi fé, disfecemi Maremma"
- "io solo combatterò, procomberò sol io"
Vi pare giusta la mia critica, o l'autore del quiz può aver ragione ?
Ultima modifica di rossosolodisera in data ven, 14 nov 2014 18:03, modificato 1 volta in totale.

Ivan92
Interventi: 1416
Iscritto in data: gio, 28 nov 2013 20:59
Località: Castelfidardo (AN)

Re: chiasmo . definizione a mio parere errata.

Intervento di Ivan92 » lun, 16 giu 2014 0:27

rossosolodisera ha scritto:[C]onsiste nel contrapporre due espressioni in modo che i termini della seconda siano disposti in modo inverso rispetto a quelli della prima, come nella frase " bisogna lavorare per vivere, non vivere per mangiare".
In attesa che altri utenti diano pareri più autorevoli e affidabili, mi limito a constatare che la definizione data di chiasmo non è errata tanto nella sostanza, quanto piuttosto nella forma. Si può dire che la definizione non è inesatta ma incompleta, peccante di superficialità. Nel chiasmo, il parallelismo sintattico cessa d'esistere allorché s'invertono i termini della seconda espressione, secondo lo schema AB BA. Ma mi rendo conto che si tratta di pignoleria; difatti non mi sento di condannare né la definizione data né l'esempio proposto, tutto sommato entrambi corretti.

rossosolodisera
Interventi: 169
Iscritto in data: lun, 30 dic 2013 18:30

Re: chiasmo . definizione a mio parere errata.

Intervento di rossosolodisera » lun, 10 nov 2014 22:16

Ivan92 ha scritto:
rossosolodisera ha scritto:[C]onsiste nel contrapporre due espressioni in modo che i termini della seconda siano disposti in modo inverso rispetto a quelli della prima, come nella frase " bisogna lavorare per vivere, non vivere per mangiare".
In attesa che altri utenti diano pareri più autorevoli e affidabili, mi limito a constatare che la definizione data di chiasmo non è errata tanto nella sostanza, quanto piuttosto nella forma. Si può dire che la definizione non è inesatta ma incompleta, peccante di superficialità. Nel chiasmo, il parallelismo sintattico cessa d'esistere allorché s'invertono i termini della seconda espressione, secondo lo schema AB BA. Ma mi rendo conto che si tratta di pignoleria; difatti non mi sento di condannare né la definizione data né l'esempio proposto, tutto sommato entrambi corretti.
Grazie della magnanimità. Piuttosto da tempo vengono pignolerie anche a me: Il secondo degli esempi danteschi da me citati e quello leopardiano sembrano essere una complicazione o variegatura del chiasmo, in quanto lo schema non è il semplice AB BA come nella prima citazione, bensì ABC CBA .
Mi dispiace un pochino che una sola persona abbia ritenuto interessante questo mio filone.

Avatara utente
GFR
Interventi: 299
Iscritto in data: ven, 10 ott 2014 21:39

Intervento di GFR » mar, 18 nov 2014 12:10

Forse la freddezza è dovuta al fatto che si tratta di un caso in cui il risultato è superiore alla sua definizione. :)

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 0 ospiti