«Pervadenza» o «pervasività»?

Spazio di discussione su questioni di carattere morfologico

Moderatore: Cruscanti

Intervieni
Maestro Italiano
Interventi: 100
Iscritto in data: mar, 07 ago 2018 12:37

«Pervadenza» o «pervasività»?

Intervento di Maestro Italiano » mer, 31 ott 2018 1:25

Mi è capitato di usare la parola pervadenza ma mi hanno ripreso suggerendomi come esatto il sostantivo pervasività.
Devo ammettere che avevo torto. A giro qua e là pervadenza non si trova. Hai voglia a cerca'. Si trova invece pervasività. Che strana però la lingua!
Io sono uno di quelli che invece di esaustivo usa esauriente, invece di pervasivo usa pervadente, quindi, se reggente mi dà reggenza, perché pervadente non dovrebbe darmi pervadenza?
Mah, rimarrò con il cruccio. Pazienza! Non mi rimarrà che evitarlo in pubblico e tenermelo nel privato, nei monologhi di riflessione. Così nel mio, sbaglio come dico io.

Bando ai discorsi inutili! I signori cruscanti sono mai incappati nello stesso errore? Nello specifico, hanno mai usato, come ho fatto io, la parola pervadenza al posto di pervasività? Detta domanda se ne tira dietro un'altra: Usano l'aggettivo pervadente o pervasivo?
Ringrazio quanti vorranno rispondere.
Arriveremo al giorno in cui, per chiamare "pietre" le pietre bisognerà sguainare la spada. La mia mano stringe l'impugnatura.

Fausto Raso
Interventi: 1660
Iscritto in data: mar, 19 set 2006 15:25

Intervento di Fausto Raso » mer, 31 ott 2018 1:39

Qui può trovare pervadenza.

Il "bello" sta nel fatto che il termine "pervasività" non è attestato nella quasi totalità dei vocabolari dell'uso. Si trova nel Devoto-Oli e nel vocabolario Olivetti.
«Nostra lingua, un giorno tanto in pregio, è ridotta ormai un bastardume» (Carlo Gozzi)
«Musa, tu che sei grande e potente, dall'alto della tua magniloquenza non ci indurre in marronate ma liberaci dalle parole errate»

Maestro Italiano
Interventi: 100
Iscritto in data: mar, 07 ago 2018 12:37

Intervento di Maestro Italiano » mer, 31 ott 2018 11:10

La ringrazio, gentile Fausto Raso. Infatti vedo molte occorrenze della parola pervadenza. Nello stesso sito, alla voce pervasività il numero impenna di parecchio. Sembra che alla carta pervasività batta di gran lunga pervadenza. Curioso il fatto, come ha notato lei, che nessuna di queste due parole siano riportate ufficialmente sulla gran parte dei dizionari.
Ma il mio non voleva essere un "J'accuse" nei riguardi delle parole pervasività e pervasivo in se stesse, quanto un'indagine sulla possibile convivenza di entrambi i termini.
Provo a formulare quello che penso, anche se sono già tarpato in partenza, causa mancanza di studi linguistici.
Se è vero, grosso modo, che il suffisso -ivo conferisce alla parola quel significato di "tendente a ...", e con il participio presente "con la proprietà di ...", viene giocoforza di pensare che non siano la stessa cosa. Con la conseguenza che esaustivo, per esempio, non dovrebbe sostituire esauriente. Similarmente con pervadenza e pervasivo. D'altronde, diversivo e divertente, così come attrattivo e attraente, sono termini a sé stanti.

Mah, sicuramente esempi mal semplificati, i miei, ma pur sempre utili per gli intenti voluti.

Per approfondire l'argomento ci vogliono "i pezzi da novanta", nel quale gruppo io non rientro. (La rima è venuta da sé, lo giuro!) :)
Arriveremo al giorno in cui, per chiamare "pietre" le pietre bisognerà sguainare la spada. La mia mano stringe l'impugnatura.

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 1 ospite