«Bias»

Spazio di discussione su prestiti e forestierismi

Moderatore: Cruscanti

Intervieni
Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 10358
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 12:37

«Bias»

Intervento di Marco1971 »

Anche questa parola manca alla lista. E non c’è bisogno di scervellarsi, ché gli equivalenti già esistono: in elettronica, vale polarizzazione; in senso psicologico e statistico («previsione errata dell’evolversi di un evento, un fenomeno e sim. dovuto a una distorta valutazione della realtà»), il GRADIT dà i sinonimi distorsione e tendenziosità.

E cosí non si parli di bias current ma di corrente di polarizzazione. Ma lo stesso fatto che non ci si contenta del termine italiano già esistente è segno che l’italiano perde sempre piú terreno in campo tecnico, riducendosi a lingua non piú vitale in questi àmbiti, o, come giustamente scriveva di recente il nostro caro amicus_eius, «non più paradigmaticamente e sintagmaticamente produttiva».
Ma quella lingua si chiama d’una patria, la quale convertisce i vocaboli ch’ella ha accattati da altri nell’uso suo, et è sí potente che i vocaboli accattati non la disordinano, ma ella disordina loro.
Avatara utente
G.B.
Interventi: 491
Iscritto in data: gio, 15 ago 2019 11:13

Re: «Bias»

Intervento di G.B. »

Visto l'uso diffuso in Rete di distorsione cognitiva, mi chiedo davvero come siamo riusciti a non farne menzione.

Tra l'altro, notare il bel cominciamento:
Il bias cognitivo (pron. 'baiəs) è un pattern sistematico...
«[...] o italici segni / rivendicarvi io seppi / nella vostra vergine gloria!» (G. D'Annunzio, Laus Vitae, vv. 7979-81).
Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 1 ospite