«Car fluff»

Spazio di discussione su prestiti e forestierismi

Moderatore: Cruscanti

Intervieni
Avatara utente
Ferdinand Bardamu
Moderatore
Interventi: 4501
Iscritto in data: mer, 21 ott 2009 14:25
Località: Legnago (Verona)

«Car fluff»

Intervento di Ferdinand Bardamu »

In un articolo su un giornale locale, leggo
Primo Giornale ha scritto:La capitale del riso dice no alla discarica di car fluff a Sorgà
[…] Il progetto di realizzazione dell’impianto di smaltimento, depositato sui tavoli della Regione lo scorso dicembre, è firmato da «Rottami Metalli Italia Spa», un’azienda di Castelnuovo del Garda. Si tratta di un’estensione di 455.000 metri quadri di superficie destinata a discarica di car fluff, ovvero di quelle parti di auto di materiale plastico, vetro e vernici che non sono recuperabili.
Non sono riuscito a trovare traducenti in Rete. Propongo dunque sfrido automobilistico.
Avatara utente
G.B.
Interventi: 421
Iscritto in data: gio, 15 ago 2019 11:13

Re: «Car fluff»

Intervento di G.B. »

Però sfrido mi pare riferirsi ai residui della fase di produzione, mentre [car] fluff ai residui nella fase di smaltimento...
Scarti automobilistici?
«[...] o italici segni / rivendicarvi io seppi / nella vostra vergine gloria!» (G. D'Annunzio, Laus Vitae, vv. 7979-81).
Avatara utente
Ferdinand Bardamu
Moderatore
Interventi: 4501
Iscritto in data: mer, 21 ott 2009 14:25
Località: Legnago (Verona)

Re: «Car fluff»

Intervento di Ferdinand Bardamu »

Ha ragione: ho forzato un po’ il significato perché sfrido ha un’aria «piú tecnica» rispetto al piú comune scarto.
Avatara utente
G.B.
Interventi: 421
Iscritto in data: gio, 15 ago 2019 11:13

Re: «Car fluff»

Intervento di G.B. »

A rigore, il tecnicismo inglese sarebbe Automobile Shredder Residue (ASR), cioè residui di frantumazione delle automobili.
«[...] o italici segni / rivendicarvi io seppi / nella vostra vergine gloria!» (G. D'Annunzio, Laus Vitae, vv. 7979-81).
Avatara utente
Ferdinand Bardamu
Moderatore
Interventi: 4501
Iscritto in data: mer, 21 ott 2009 14:25
Località: Legnago (Verona)

Re: «Car fluff»

Intervento di Ferdinand Bardamu »

Nella IATE c’è solo il traducente portoghese, e corrisponde a quello fornito da G.B., cioè resíduos de retalhamento de veículos, «residui di frantumazione dei veicoli».
Avatara utente
G.B.
Interventi: 421
Iscritto in data: gio, 15 ago 2019 11:13

Re: «Car fluff»

Intervento di G.B. »

La solita storia: l'inglese se la cava con un colloquialismo di due sillabe e i giornalisti per due sillabe si vendono. Ma per evitare il tecnicismo (che come avrà visto nel mio ultimo collegamento è usato almeno in una decina di documenti ufficiali europei) sarebbe bastato qualcosa come trinciatura delle auto (che non credo —spero— si allontani molto dalle realtà gergali degli addetti ai lavori; ché ce lo vede Lei un operaio d'una discarica a gridare al suo nuovo collega: «Gian Franco, che fai? quello è car flaf, non va buttato insieme agli altri rifiuti!»? Ciò che, oltretutto, fa un ritratto della spocchia sottesa da certe scelte terminologiche dei giornali).
«[...] o italici segni / rivendicarvi io seppi / nella vostra vergine gloria!» (G. D'Annunzio, Laus Vitae, vv. 7979-81).
Avatara utente
Ferdinand Bardamu
Moderatore
Interventi: 4501
Iscritto in data: mer, 21 ott 2009 14:25
Località: Legnago (Verona)

Re: «Car fluff»

Intervento di Ferdinand Bardamu »

Concordo con lei. Per evitare quella perifrasi —che è una descrizione piú che un termine tecnico— si poteva pensare a un composto con auto-, per esempio autotrinciato, autofrantumi e simili.

P.S. Qui da me sul luogo di lavoro si parla quasi sempre in dialetto; car fluff, in veneto e colloquialmente, lo potremmo adattare in carflà, se non dominasse l’apprendimento visivo delle parole straniere. Per farle un esempio, da me il transpallet è chiamato, con una bella paretimologia, trespale (es. «Gino! Tuli [=prendi] el trespale e vien chi che carghemo i bancai!»).
Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 2 ospiti