pronome di cortesia - concordanza di genere

Spazio di discussione su questioni di carattere morfologico

Moderatore: Cruscanti

Intervieni
lionca
Interventi: 8
Iscritto in data: lun, 22 feb 2010 11:56

pronome di cortesia - concordanza di genere

Intervento di lionca » mer, 24 feb 2010 14:14

Se mi rivolgo ad una persona di sesso maschile usando il pronome di cortesia (lei, femminile), aggettivi e/o forme verbali che si riferiscono al mio interlocutore devono concordare col pronome, ed essere quindi anch'essi femminili, oppure, poiché il mio interlocutore è un maschio, devono assumere genere maschile?

Due esempi:
-Caro Dottor Rossi arrivederci, la terrò informata (o informato?)
- Sig. Bianchi, la vedo stanco (o stanca?)

Sul secondo caso sarei quasi sicuro di usare il maschile. Il primo caso mi vede molto incerto sul da farsi.
Grazie a tutti

Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9561
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 13:37

Intervento di Marco1971 » mer, 24 feb 2010 16:56

Nell’indispensabile grammatica di Luca Serianni leggiamo (VII.90):

Per quanto riguarda lei, l’uso ormai generale, parlato e scritto, presenta l’accordo al maschile [per un soggetto maschile]: «lei non è sincero». […]

Ciò non toglie che l’accordo al femminile, benché raro, possa sempre incontrarsi.
Ma quella lingua si chiama d’una patria, la quale convertisce i vocaboli ch’ella ha accattati da altri nell’uso suo, et è sí potente che i vocaboli accattati non la disordinano, ma ella disordina loro.

lionca
Interventi: 8
Iscritto in data: lun, 22 feb 2010 11:56

Intervento di lionca » gio, 25 feb 2010 12:12

Molte grazie. Un saluto :)

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 0 ospiti