«Una spezie»

Spazio di discussione su questioni di carattere morfologico

Moderatore: Cruscanti

Intervieni
Avatara utente
Ferdinand Bardamu
Moderatore
Interventi: 4041
Iscritto in data: mer, 21 ott 2009 14:25
Località: Legnago (Verona)

«Una spezie»

Intervento di Ferdinand Bardamu » lun, 12 dic 2011 15:43

Esiste il singolare di spezie, le sostanze aromatiche d'uso alimentare? Trattandosi di un nome collettivo, non dovrebb'essere cosí. Tuttavia, il Treccani in linea s.v. lo segna come invariabile, ma registra anche spezia, proprio, dice, dell'uso familiare.

Il singolare, invariabile, è usato, ad esempio, nella definizione di «pepe» sul Devoto-Oli (ed. 2002-2003): «[…] Dai frutti si ottiene l'omonima spezie, usata per aromatizzare i cibi» (neretto mio).

Mi chiedo ora se sia possibile impiegare spezie al singolare o se si debba piuttosto ricorrere a un sinonimo, come droga o aroma.

Fausto Raso
Interventi: 1657
Iscritto in data: mar, 19 set 2006 15:25

Intervento di Fausto Raso » lun, 12 dic 2011 17:36

Ecco, in proposito, cosa dice il DOP. :D
Il singolare "spezia" è registrato nel GDU del De Mauro.
«Nostra lingua, un giorno tanto in pregio, è ridotta ormai un bastardume» (Carlo Gozzi)
«Musa, tu che sei grande e potente, dall'alto della tua magniloquenza non ci indurre in marronate ma liberaci dalle parole errate»

Avatara utente
Ferdinand Bardamu
Moderatore
Interventi: 4041
Iscritto in data: mer, 21 ott 2009 14:25
Località: Legnago (Verona)

Intervento di Ferdinand Bardamu » mer, 14 dic 2011 18:58

La ringrazio tanto. :)

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 9 ospiti