«Burkini»

Spazio di discussione su questioni di grafematica e ortografia

Moderatore: Cruscanti

Intervieni
sempervirens
Interventi: 599
Iscritto in data: gio, 23 apr 2015 15:14

«Burkini»

Intervento di sempervirens » sab, 13 ago 2016 1:54

In una notizia fresca fresca relativa a disposizioni in materia di sicurezza a Nizza leggo nell'articolo la parola burkini. Incuriosito faccio brevi ricerche e m'accorgo che c'è anche la grafia burqìni. Poco oltre vengo a sapere che tale parola (burqini o burkini?) è un composto di burqa e bikini, e che è un marchio registrato. E a me poco ne cale. Io però taglierei corto, visto che il noto e succinto indumento balneare bikini (bichini) c'entra poco o niente con l'islamico costume. In chi ci vede due pezzi deve anche vedere che questi si sovrappongono e che lasciano esposta nient'altro che l'epidermide di viso, mani e piedi. E poi a burkini verrebbe la voglia di italianizzarlo, quando non si parla di marchio registrato, con le forme singolare e plurale burchino e burchini. Dunque nel mio piccolo invece di burkini mi propongo burchino.
Ultima modifica di sempervirens in data dom, 14 ago 2016 1:20, modificato 1 volta in totale.
Io nella mia lingua ci credo.

Avatara utente
Ferdinand Bardamu
Moderatore
Interventi: 4107
Iscritto in data: mer, 21 ott 2009 14:25
Località: Legnago (Verona)

Intervento di Ferdinand Bardamu » sab, 13 ago 2016 9:54

Essendo burchini una parola macedonia basata su bichini, direi che basta il semplice adattamento grafico. Come bichini, non è però declinabile e rimane uguale al singolare e al plurale: un burchini, due burchini.

sempervirens
Interventi: 599
Iscritto in data: gio, 23 apr 2015 15:14

Intervento di sempervirens » sab, 13 ago 2016 10:50

Sì, mi ero immaginato che mi sarebbe stato detto qualcosa del genere. E allora pazienza! Però che strano! Abbiamo trovato per il genere femminile anche la forma plurale, banana/banane, gheiscia/gheisce, ecc., e per il maschile c'è invece una certa controtendenza. Cachi non può diventare caco, samurai non può essere il plurale di samurao e così via. Mah, che dire, prendiamone atto, anche se nel parlato non garantisco di non farmi scappare di bocca un burchino anziché il corretto un burchini. :)
Ultima modifica di sempervirens in data dom, 14 ago 2016 1:21, modificato 1 volta in totale.
Io nella mia lingua ci credo.

Avatara utente
Ferdinand Bardamu
Moderatore
Interventi: 4107
Iscritto in data: mer, 21 ott 2009 14:25
Località: Legnago (Verona)

Intervento di Ferdinand Bardamu » sab, 13 ago 2016 12:39

Per i forestierismi adattati possiamo pure ammettere un’eccezione. Ricordo, tanto per fare un altro esempio, tranvai per tramway.

L’adattamento integrale, anche morfologico, sarebbe molto marcato sia diafasicamente sia diastraticamente. Da una rapida ricerca in Rete, ho visto che bikino si trova, non a caso, solo in esperanto, lingua artificiale che normalizza tutte le forme irregolari.

Avatara utente
Animo Grato
Interventi: 1376
Iscritto in data: ven, 01 feb 2013 16:11

Intervento di Animo Grato » sab, 13 ago 2016 12:47

sempervirens ha scritto:Però che strano! Abbiamo trovato per il genere femminile anche la forma plurale, banana/banane, gheiscia/gheisce, ecc., e per il maschile c'è invece una certa controtendenza. Cachi non può diventare caco, samurai non può essere il plurale di samurao e così via.
Credo che dipenda dal fatto che, a dispetto dell'origine esotica, un nome femminile singolare con desinenza in -a si mimetizza talmente bene nel lessico italiano che è automatico trattarlo come uno di casa.
Per un maschile singolare terminante in -i, invece, il percorso è più tortuoso: si dovrebbe partire dall'[ovvia] invariabilità della forma plurale, convertirla/percepirla come un plurale regolare e da questo inferire una forma singolare ortodossa in -o.
Ciò detto, popolarmente (e personalmente) il singolare caco esiste eccome. :wink:
«Ed elli avea del cool fatto trombetta». Anonimo del Trecento su Miles Davis
«E non piegherò certo il mio italiano a mere (e francamente discutibili) convenienze sociali». Infarinato
«Prima l'italiano!»

Carnby
Interventi: 3524
Iscritto in data: ven, 25 nov 2005 19:53
Località: Empolese-Valdelsa

Intervento di Carnby » sab, 13 ago 2016 13:24

Animo Grato ha scritto:Ciò detto, popolarmente (e personalmente) il singolare caco esiste eccome.
Però, onestamente, non è il massimo. :?
Io continuo a usare la voce vernacola pomo per il frutto in questione.
Per quanto riguarda burkini e simili, direi che burchini va benissimo come adattamento; credo però che nel linguaggio giornalistico sia «accettabile» anche burqini da burqa e bikini, evitando burkini (tanto burchini non lo scriverebbero comunque), che ha lo svantaggio di adottare il grafema esotico k (a rigore è esotico anche burqini dato che q in buon italiano dovrebbe essere sempre seguito a u, ma in questo contesto sarei di manica larga).

valerio_vanni
Interventi: 915
Iscritto in data: ven, 19 ott 2012 20:40
Località: Marradi (FI)

Intervento di valerio_vanni » sab, 13 ago 2016 15:01

Carnby ha scritto:
Animo Grato ha scritto:Ciò detto, popolarmente (e personalmente) il singolare caco esiste eccome.
Però, onestamente, non è il massimo. :?
Anche nella mia parlata popolare esiste caco, però (non so se vale anche per lui) solo per il frutto.
Probabilmente nasce per analogia con altri termini italiani (gioco - giochi, poco - pochi etc).
Carnby ha scritto:evitando burkini (tanto burchini non lo scriverebbero comunque), che ha lo svantaggio di adottare il grafema esotico k (a rigore è esotico anche burqini dato che q in buon italiano dovrebbe essere sempre seguito a u, ma in questo contesto sarei di manica larga).
A me invece sembra più esotico burqini. Trovo più immediato interpretare k, non digerisco molto bene la mancanza della u.

Carnby
Interventi: 3524
Iscritto in data: ven, 25 nov 2005 19:53
Località: Empolese-Valdelsa

Intervento di Carnby » sab, 13 ago 2016 16:47

valerio_vanni ha scritto:A me invece sembra più esotico burqini. Trovo più immediato interpretare k, non digerisco molto bene la mancanza della u.
Mi sembra che un tempo la Crusca consigliasse Iraq ~ iracheno.

Avatara utente
Animo Grato
Interventi: 1376
Iscritto in data: ven, 01 feb 2013 16:11

Intervento di Animo Grato » sab, 13 ago 2016 17:06

Carnby ha scritto:[C]redo però che nel linguaggio giornalistico sia «accettabile» anche burqini da burqa e bikini, evitando burkini [...], che ha lo svantaggio di adottare il grafema esotico k (a rigore è esotico anche burqini dato che q in buon italiano dovrebbe essere sempre seguito a u, ma in questo contesto sarei di manica larga).
Be', bur[qa] e [bi]kini possono dare come risultato burkini. :wink:
«Ed elli avea del cool fatto trombetta». Anonimo del Trecento su Miles Davis
«E non piegherò certo il mio italiano a mere (e francamente discutibili) convenienze sociali». Infarinato
«Prima l'italiano!»

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 0 ospiti