«Ouija»

Spazio di discussione su prestiti e forestierismi

Moderatore: Cruscanti

Intervieni
Avatara utente
G. M.
Interventi: 235
Iscritto in data: mar, 22 nov 2016 16:54

«Ouija»

Intervento di G. M. » sab, 01 giu 2019 18:40

La ouija è una tavoletta adoperata dagli spiritisti. Il termine viene dall'inglese ed è all'origine un marchio registrato, composto del francese oui 'sì' e del tedesco ja 'sì'.
Ho scoperto che lo spagnolo dispone dell'adattamento güija (qui visibile sulla Vichipedìa).
Il Dipi indica /uˈiʤa/ come pronuncia italiana.
Mi stavo chiedendo quale potrebbe essere il miglior adattamento per l'italiano. Meglio con gui- /ɡwi-/ (seguendo la lingua sorella e mantenendo la /w/) oppure con ui- /uˈi-/?
A proposito: è possibile la sequenza /ij/ all'interno di parola in italiano? Mi sembra che esista solo in biiettivo, biiezione. È pienamente accettabile nella nostra fonotassi?

Avatara utente
Ferdinand Bardamu
Moderatore
Interventi: 4122
Iscritto in data: mer, 21 ott 2009 14:25
Località: Legnago (Verona)

Re: «Ouija»

Intervento di Ferdinand Bardamu » sab, 01 giu 2019 23:01

Nelle parole schiettamente italiane, la sequenza /w/ + vocale a inizio di parola non c’è, tranne che nei casi di «dittongazione» come uomo, uovo, uopo, uosa. Direi dunque che è preferibile la forma con /gw/, come in guasto, guaina, guerra, guisa, guelfo, ecc.

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 0 ospiti