[LMO] Seriòla

Spazio di discussione su questioni di dialettologia italiana e italoromanza

Moderatore: Dialettanti

Intervieni
domna charola
Interventi: 1064
Iscritto in data: ven, 13 apr 2012 9:09

[LMO] Seriòla

Intervento di domna charola » dom, 05 gen 2014 11:00

Con questo termine sono chiamati i canali artificiali, di derivazione di acque per l'alimentazione di opifici o per l'irrigazione dei campi.
Inizialmente, trovando il termine in uso nell'intorno di Bergamo, dove stavo lavorando, e derivando in genere l'acqua dal fiume Serio, avevo pensato che il termine fosse legato proprio a ciò, una sorta di "piccolo Serio" con la sua acqua.
Dalla cartografia militare però la denominazione appare diffusa in tutta la bassa bergamasca e nella pianura a Est, almeno sino al bresciano (oltre non ho le carte per controllare).
Nelle valli, ho rintracciato anche la forma "dilettale" del termine, sergiola (con la dieresi sulla o, che al momento non riesco a mettere) in Val Borlezza, affluente dell'Oglio.
Ho controllato sul vocabolario Treccani, e il termine non è riportato, quindi ho fugato anche il dubbio che potesse essere un termine italiano, magari desueto.

La domanda è quindi: qualcuno conosce termini simili, con la medesima radice, in uso in aree limitrofe o anche lontane?
Eventuali idee sull'etimologia?
...e il Serio, che c'entra?

Grazie a tutti

Avatara utente
u merlu rucà
Moderatore «Dialetti»
Interventi: 1302
Iscritto in data: mar, 26 apr 2005 8:41

Intervento di u merlu rucà » dom, 05 gen 2014 16:14

L'etimo è da una radice indoeuropea *sĕr- "scorrere“ > gallico/celtico *Săriŏ-s/ *Sĕriŏ-s da cui Serio attraverso il latino. L'etimo di seriola/sergiöla è lo stesso di quello del fiume con l'aggiunta presumo del suff. -olus diminutivo. Il termine dialettale puro o italianizzato potrebbe, quindi, avere origine dal nome del fiume, anche se non è da scartare il senso autonomo di "piccolo corso d'acqua".
Largu de farina e strentu de brenu.

domna charola
Interventi: 1064
Iscritto in data: ven, 13 apr 2012 9:09

Intervento di domna charola » lun, 06 gen 2014 23:25

Ottimo, grazie!
Quindi, può essere che le seriole che derivano l'acqua dal Serio, ne derivino anche il nome, mentre in altri bacini idrografici prendono questo nome semplicemente perché sono dei piccoli corsi d'acqua che scorre (es. quelle derivate dall'Oglio, che si chiamano comunque "seriole" e non ogliole"...)

Avatara utente
u merlu rucà
Moderatore «Dialetti»
Interventi: 1302
Iscritto in data: mar, 26 apr 2005 8:41

Intervento di u merlu rucà » mar, 07 gen 2014 18:16

Sembra che non sia limitato alla Lombardia meridionale: anno 1010 loco Cose, ubi dicitur Seriola
Si tratta di Cosio Valtellino. Ho l'impressione che seriola e affini siano termini autonomi e non derivanti da Serio.
Largu de farina e strentu de brenu.

Carnby
Interventi: 3543
Iscritto in data: ven, 25 nov 2005 19:53
Località: Empolese-Valdelsa

Intervento di Carnby » mar, 07 gen 2014 22:37

La seriòla è anche un pesce (Seriola dumerili e altre specie dello stesso genere), dal latino seriola, diminutivo di seria, «bottiglia», a causa della forma. Non credo comunque che c'entri molto. A proposito dell'etimo di Serio, aggiungo che la radice ser- è attestata fin nel sanscrito e che è alla base anche di serum, «siero».

domna charola
Interventi: 1064
Iscritto in data: ven, 13 apr 2012 9:09

Intervento di domna charola » mer, 08 gen 2014 11:35

Interessante la citazione dell'XI secolo, grazie! Sicuramente qui entra in gioco la radice ser-, senza relazione al fiume bergamasco.

domna charola
Interventi: 1064
Iscritto in data: ven, 13 apr 2012 9:09

Intervento di domna charola » gio, 09 gen 2014 15:34

La sua citazione mi ha risvegliato il neurone medievistico, che è corso a controllare sul Du Cange...

http://ducange.enc.sorbonne.fr/SERIOLA2

Avatara utente
u merlu rucà
Moderatore «Dialetti»
Interventi: 1302
Iscritto in data: mar, 26 apr 2005 8:41

Intervento di u merlu rucà » gio, 09 gen 2014 17:44

Anche dalle mie parti (Liguria occ.) è in uso un termine di origine celtica: beà “canale di adduzione dell’acqua” dal lat. tardo bedum, bevium < gall. *bedo “fosso” [REW/REWS 1016; LEI 5: 819-825; FEW 1: 312a-313a; AIS 844] + suff. -ale. Il tipo è di area provenzale, ligure, piemontese e anche lombarda.
Largu de farina e strentu de brenu.

domna charola
Interventi: 1064
Iscritto in data: ven, 13 apr 2012 9:09

Intervento di domna charola » gio, 09 gen 2014 19:49

Interessante. Ha anticipato una delle mie prossime domande fluviali: nella tesi, che analizzava documenti della zona di Pinerolo, mi era venuta in mano una "bealera Nomeproprio" (che non ricordo), e mi era rimasto il dubbio: da dove salta fuori questo termine per un canale?
:idea: ...Risolto!!!
grazie

Avatara utente
u merlu rucà
Moderatore «Dialetti»
Interventi: 1302
Iscritto in data: mar, 26 apr 2005 8:41

Intervento di u merlu rucà » ven, 10 gen 2014 0:00

Prego domna charola. Attendo le prossime domande fluvio-idronimiche 8) . La toponomastica è una delle mie passioni, anche se non sempre è possibile dare risposte esaurienti.
Largu de farina e strentu de brenu.

domna charola
Interventi: 1064
Iscritto in data: ven, 13 apr 2012 9:09

Intervento di domna charola » ven, 10 gen 2014 9:06

...uuuuh sssssì... arrivo!!!
Apro però un altro filone, in modo da visualizzare il termine e rendere più efficace la raccolta di informazioni sulla presenza dello stesso nelle varie aree.

Avatara utente
u merlu rucà
Moderatore «Dialetti»
Interventi: 1302
Iscritto in data: mar, 26 apr 2005 8:41

Intervento di u merlu rucà » sab, 11 gen 2014 17:20

Carnby ha scritto:La seriòla è anche un pesce (Seriola dumerili e altre specie dello stesso genere), dal latino seriola, diminutivo di seria, «bottiglia», a causa della forma. Non credo comunque che c'entri molto. A proposito dell'etimo di Serio, aggiungo che la radice ser- è attestata fin nel sanscrito e che è alla base anche di serum, «siero».
Oltre al pesce, anche la nostra sarebbe, in alternativa alla derivazione dalla radice *ser-, da far risalire al lat. *seriola, dim. di seria “vaso di terracotta, orcio,olla” (FORCELLINI 1940 s.v.; REW n. 7846, 7851).
Largu de farina e strentu de brenu.

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 0 ospiti