«Disclaimer»

Spazio di discussione su prestiti e forestierismi

Moderatore: Cruscanti

Intervieni
fabbe
Interventi: 454
Iscritto in data: mar, 26 apr 2005 20:57

«Disclaimer»

Intervento di fabbe » mer, 06 dic 2006 10:32

Colgo lo spunto dell'amministratore per aprire un filone specifico su disclaimer.

Ecco le proposte raccolte fino ad ora (mi pare):

* clausola esonerativa
* diniego/rinuncia/sgravio di responsabilità
* avvertenza
* liberatoria
Ultima modifica di fabbe in data mer, 06 dic 2006 15:14, modificato 1 volta in totale.

Uri Burton
Interventi: 235
Iscritto in data: mar, 28 dic 2004 6:54

DIDCLAIMER

Intervento di Uri Burton » mer, 06 dic 2006 12:17

Non dimentichiamoci però della proposta di Roberto Crivello. Il significato disclaimer varia secondo il contesto (procedura fallimentare, amministrazione fiduciaria, diritto immobiliare) ma in quello in cui credo venga usato in Italia, e cioè i contratti d’adesione e le condizioni generali di contratto, l’espressione «clausola esonerativa» è ineccepibile (v. Francesco de Franchis, Dizionario giuridico inglese – italiano, Milano: Giuffrè editore) e ricorre anche in diverse sentenze passate in giudicato.
Uri Burton

fabbe
Interventi: 454
Iscritto in data: mar, 26 apr 2005 20:57

Re: DIDCLAIMER

Intervento di fabbe » mer, 06 dic 2006 15:11

Uri Burton ha scritto:Non dimentichiamoci però della proposta di Roberto Crivello. Il significato disclaimer varia secondo il contesto (procedura fallimentare, amministrazione fiduciaria, diritto immobiliare) ma in quello in cui credo venga usato in Italia, e cioè i contratti d’adesione e le condizioni generali di contratto, l’espressione «clausola esonerativa» è ineccepibile (v. Francesco de Franchis, Dizionario giuridico inglese – italiano, Milano: Giuffrè editore) e ricorre anche in diverse sentenze passate in giudicato.
Grazie Uri Burton.

Modifico l'intervento iniziale ed aggiungo anche questa proposta che mi sembra forse la migliore fino ad ora.

Avatara utente
Federico
Interventi: 3008
Iscritto in data: mer, 19 ott 2005 16:04
Località: Milano

Intervento di Federico » gio, 07 dic 2006 19:23

Ah, non avevo visto il nuovo filone. Sposto qui la mia risposta a fabbe, proveniente dall'altro filone (per comodità di futura lettura segnalo che la discussione è cominciata qui).
fabbe, [url=viewtopic.php?p=9092#p9092]qui[/url], ha scritto:
Federico ha scritto:Tornando a disclaimer, le proposte si moltiplicano: le mettiamo tutte?
Direi di si anche per raccogliere le proposte.
Dunque, aggiungo anche sgravio di responsabilità, rinuncia di responsabilità, esonero di responsabilità e clausola esonerativa.
Le proposte sono ora dunque liberatoria; diniego/rinuncia/esonero di responsabilità, sgravio [di responsabilità], clausola esonerativa; avvertenza, nota.

Non capisco invece la sua proposta di limitarsi a responsabilità.

Avatara utente
Federico
Interventi: 3008
Iscritto in data: mer, 19 ott 2005 16:04
Località: Milano

Re: DIDCLAIMER

Intervento di Federico » gio, 07 dic 2006 19:28

Uri Burton ha scritto:Non dimentichiamoci però della proposta di Roberto Crivello. Il significato disclaimer varia secondo il contesto (procedura fallimentare, amministrazione fiduciaria, diritto immobiliare) ma in quello in cui credo venga usato in Italia, e cioè i contratti d’adesione e le condizioni generali di contratto, l’espressione «clausola esonerativa» è ineccepibile
Sicuramente è la soluzione migliore per i casi da lei indicati, ma infatti quelli piú spinosi sono i siti che pubblicano un disclaimer precauzionale di vario genere (si veda ad esempio questa pagina, ora rinominata): non so se si possa parlare di clausola in mancanza di un contratto, cioè laddove il disclaimer sia un atto del tutto unilaterale (ma ho dubbi anche su liberatoria, in questo senso).

Uri Burton
Interventi: 235
Iscritto in data: mar, 28 dic 2004 6:54

CLAUSOLA ESONERATIVA

Intervento di Uri Burton » gio, 07 dic 2006 22:14

Federico ha scritto:Sicuramente è la soluzione migliore per i casi da lei ndicati, ma infatti quelli piú spinosi sono i siti che pubblicano un disclaimer precauzionale di vario genere (si veda ad esempio questa pagina, ora rinominata): non so se si possa parlare di clausola in mancanza di un contratto, cioè laddove il disclaimer sia un atto del tutto unilaterale (ma ho dubbi anche su liberatoria, in questo senso).
Sì, ha ragione, ma in questi casi gli organizzatori del sito non dovrebbero inserire un disclaimer. Mi sono spesso domandato perché lo facciano. Chissà: alcuni per ignoranza, altri per eccesso di zelo. Boh.
Uri Burton

Avatara utente
Federico
Interventi: 3008
Iscritto in data: mer, 19 ott 2005 16:04
Località: Milano

Re: CLAUSOLA ESONERATIVA

Intervento di Federico » ven, 08 dic 2006 0:34

Uri Burton ha scritto:Sì, ha ragione, ma in questi casi gli organizzatori del sito non dovrebbero inserire un disclaimer. Mi sono spesso domandato perché lo facciano. Chissà: alcuni per ignoranza, altri per eccesso di zelo. Boh.
Ma è appunto per questo che si propongono anche termini generici come avvertenza e nota: è in casi simili che viene usata la parola disclaimer, nella massima parte dei casi.

Uri Burton
Interventi: 235
Iscritto in data: mar, 28 dic 2004 6:54

ANCORA SU DISCLAIMER

Intervento di Uri Burton » ven, 08 dic 2006 12:52

Federico ha scritto:
Uri Burton ha scritto:Sì, ha ragione, ma in questi casi gli organizzatori del sito non dovrebbero inserire un disclaimer. Mi sono spesso domandato perché lo facciano. Chissà: alcuni per ignoranza, altri per eccesso di zelo. Boh.
Ma è appunto per questo che si propongono anche termini generici come avvertenza e nota: è in casi simili che viene usata la parola disclaimer, nella massima parte dei casi.
Certo , certo. Consideri però due cose. Uno: in genere chi usa disclaimer crede o vuole far credere che il semplice accesso al proprio sito configuri un rapporto contrattuale e appunto per questo una traduzione generica non lo soddisfarebbe. Due: una traduzione generica implica un giudizio di merito che esula dai compiti degli autori d’una lista. È un po’ come se dovendo tradurre white tie su un invito automaticamente lo mutassimo in «cravatta nera» perché sappiamo che in quel luogo nessuno possiede la marsina.
Uri Burton

Avatara utente
Federico
Interventi: 3008
Iscritto in data: mer, 19 ott 2005 16:04
Località: Milano

Re: ANCORA SU DISCLAIMER

Intervento di Federico » ven, 08 dic 2006 14:17

Uri Burton ha scritto:Certo , certo. Consideri però due cose. Uno: in genere chi usa disclaimer crede o vuole far credere che il semplice accesso al proprio sito configuri un rapporto contrattuale e appunto per questo una traduzione generica non lo soddisfarebbe.
Ha ragione: avevo pensato a questo contratto implicito, ma non al fatto che può valere anche in siti non economici, che possono comunque essere interessati a sfuggire ad azioni legali o comunque a proteste di vario genere, col solito «vi avevamo avvertito, non è colpa nostra».
Uri Burton ha scritto:Due: una traduzione generica implica un giudizio di merito che esula dai compiti degli autori d’una lista.
Ma infatti non siamo noi a decidere di tradurre disclaimer con avvertenza (o con qualunque altra espressione); noi dobbiamo «solo» chiederci se le nostre proposte possano essere utili a qualcuno che cerchi una traduzione di disclaimer.

E direi che di buone proposte ne abbiamo trovate parecchie.

Avatara utente
Roberto Crivello
Interventi: 1642
Iscritto in data: lun, 11 apr 2005 4:37
Località: Salt Lake City, Utah
Info contatto:

Re: ANCORA SU DISCLAIMER

Intervento di Roberto Crivello » ven, 08 dic 2006 17:11

Federico ha scritto:
Uri Burton ha scritto:Due: una traduzione generica implica un giudizio di merito che esula dai compiti degli autori d’una lista.
Ma infatti non siamo noi a decidere di tradurre disclaimer con avvertenza (o con qualunque altra espressione); noi dobbiamo «solo» chiederci se le nostre proposte possano essere utili a qualcuno che cerchi una traduzione di disclaimer.
Chi si pone veramente il problema di come tradurre disclaimer lo va a cercare in un dizionario inglese-italiano giuridico, ce ne sono di ottimi, adoperati quotidianamente da tanti traduttori specializzati nel legale.
Chi è a digiuno di argomenti legali e per chi sa quale motivo si chiede come si dica disclaimer in italiano, messo di fronte a varie proposte senza indicazioni su come scegliere, rimane tanto ignorante quanto prima.

Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9581
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 12:37

Intervento di Marco1971 » ven, 08 dic 2006 20:59

Ho trovato limitazioni di responsabilità in questo sito. Se ne trovano 49.500 occorrenze con Google, quindi è forse questo il traducente piú adatto (se ha la stessa valenza).

Avatara utente
Federico
Interventi: 3008
Iscritto in data: mer, 19 ott 2005 16:04
Località: Milano

Re: ANCORA SU DISCLAIMER

Intervento di Federico » sab, 09 dic 2006 9:16

Roberto Crivello ha scritto:Chi è a digiuno di argomenti legali e per chi sa quale motivo si chiede come si dica disclaimer in italiano, messo di fronte a varie proposte senza indicazioni su come scegliere, rimane tanto ignorante quanto prima.
Insomma, Crivello, non penso che tutti coloro che usano disclaimer fuori dell'ambito giuridico siano tanto tonti da non sapere che cosa intendono dire e non poter quindi scegliere fra un ventaglio di possibilità quella che piú si confà a ciò che vogliono...
Marco1971 ha scritto:Ho trovato limitazioni di responsabilità in questo sito. Se ne trovano 49.500 occorrenze con Google, quindi è forse questo il traducente piú adatto (se ha la stessa valenza).
Interessante.

Uri Burton
Interventi: 235
Iscritto in data: mar, 28 dic 2004 6:54

DISCLAIMER

Intervento di Uri Burton » sab, 09 dic 2006 11:58

Marco1971 ha scritto:Ho trovato limitazioni di responsabilità in questo sito. Se ne trovano 49.500 occorrenze con Google, quindi è forse questo il traducente piú adatto (se ha la stessa valenza).
Potrebbe a volte essere impreciso – come lo è nell’esempio – perché in genere si tratta d’un esonero e non d’una limitazione. Credo che la locuzione limitazioni di responsabilità sia mutuata dai contratti di assicurazione e riassicurazione, che infatti prevedono esoneri parziali.
Uri Burton

Avatara utente
Marco1971
Moderatore
Interventi: 9581
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 12:37

Intervento di Marco1971 » sab, 09 dic 2006 22:07

Ha ragione, carissimo Uri. Esonero di responsabilità è quindi la traduzione esatta, come suggeriva, se non erro, Roberto Crivello. Attestazioni in rete: 21.500; speriamo che crescano e facciano polpette dell’odioso disclaimer! :D

domna charola
Interventi: 1070
Iscritto in data: ven, 13 apr 2012 9:09

Intervento di domna charola » mer, 10 apr 2019 10:52

Riesumo dal profondo...
...e segnalo un lodevole esempio

http://geo.regione.emilia-romagna.it/sc ... sp?id=2116

In questo caso, hanno usato un semplice e poco burocratico "avvertenze", dato il carattere divulgativo delle pagine.
Insomma, se si vuole si può, e come dice (diceva) qualcuno più sopra, le sfumature di significato e i contesti sono molteplici, quindi occorre selezionare ogni volta il termine più appropriato.

...il che spesso sembra costare troppa fatica... :evil:

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 0 ospiti