Articolo determinativo maschile per fricativa velare sorda

Spazio di discussione su questioni di carattere morfologico

Moderatore: Cruscanti

Intervieni
avemundi
Interventi: 24
Iscritto in data: lun, 08 nov 2004 5:37
Località: Bugella me genuit
Info contatto:

Articolo determinativo maschile per fricativa velare sorda

Intervento di avemundi » lun, 04 apr 2011 11:17

Vorrei sapere se la questione è mai stata dibattuta. La fricativa velare sorda è un fonema assente in italiano, quindi di difficile pronunzia per l'italofono medio. Visto che l'articolo determinativo di fronte ai gruppi consonantici complicati è generalmente lo/gli, vorrei sapere se per analogia la fricativa velare sorda va fatta precedere da lo/gli, oppure da il/i.

Avatara utente
Infarinato
Amministratore
Interventi: 3575
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 11:40
Info contatto:

Re: Articolo determinativo maschile per fricativa velare sor

Intervento di Infarinato » lun, 04 apr 2011 13:22

avemundi ha scritto:Visto che l'articolo determinativo di fronte ai gruppi consonantici complicati è generalmente lo/gli, vorrei sapere se per analogia la fricativa velare sorda va fatta precedere da lo/gli, oppure da il/i.
Innanzitutto, ben tornato, caro Avemundi! :D

Non ricordo che cosa/se dica alcunché in proposito il Serianni. Io direi che, per l’esempio del greco e sulla scorta dei molti grecismi [inizianti per chi], che attraverso la loro latinizzazione (prima) e la loro italianizzazione (poi) hanno dato c(h) /k/ (davanti al quale gli allomorfi dell’articolo determinativo maschile sono indiscutibilmente il e i), e considerato il fatto che una pronuncia italianizzata di /x, ç/ tende inevitabilmente verso /k/, la scelta di il/i s’impone abbastanza naturalmente…

avemundi
Interventi: 24
Iscritto in data: lun, 08 nov 2004 5:37
Località: Bugella me genuit
Info contatto:

Intervento di avemundi » lun, 04 apr 2011 23:37

Piacere di rileggerla, Infarinato!
Se semplificassimo la pronunzia in k, si evita il problema dell'articolo, ma supponiamo di pronunziare per bene una fricativa velare sorda...
In ogni caso apprezzo sempre chi non volendo dire quale articolo precede whisky, scelse di scrivere "il guisco".

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 1 ospite