Fuori Tema: Paragoni e logica

Spazio di discussione su questioni che non rientrano nelle altre categorie, o che ne coinvolgono piú d’una

Moderatore: Cruscanti

Intervieni
Bue
Interventi: 863
Iscritto in data: lun, 08 nov 2004 11:20

Fuori Tema: Paragoni e logica

Intervento di Bue »

Scusate se apro un nuovo filone, ma vorrei replicare all'accusa di maleducazione o inappropriatezza che mi e` stata rivolta nel filone sulla necessita` dell'adattamento nella sezione Forestierismi.
Infarinato ha scritto: Anche certe recenti affermazioni —abbiate pazienza— sono state assai poco felici: paragonare un purismo strutturale [talora] spinto [per scelta consapevole] alle sue estreme conseguenze con presunte influenze astrologiche è poco carino, oltre che non pertinente.
Mi meraviglio, caro Infarinato, che un matematico possa cadere nel tranello di chiamare "paragone" l'artifizio dialettico consistente nel proporre un esempio volutamente estremale allo scopo di evidenziare l'aspetto che si vuole criticare nella logica del ragionamento sotto accusa.

E` sempre stato tipico della dialettica e della discussione fondata sulla logica fare esempi di questo tipo, come dimostra del resto l'esempio fatto nello stesso intervento
Vi faccio un esempio, spero abbastanza stupido da strapparvi un sorriso: se io vado a casa di un amico (che mi stima e riconosce il mio valore come interlocutore) e gli dico che un suo vaso «fa schifo» [sic] perché è troppo lungo e si trova nel posto sbagliato e lui replica dicendo che in realtà è un portaombrelli, e tutte le volte che torno a casa sua gli muovo la stessa critica e lui è costretto a rispondermi la stessa cosa, posso fargliene davvero una colpa se dopo un po’ (con suo sommo rammarico) non m’invita piú?
Usando lo stesso argomento, potrei sostenere che qui si sta proponendo un offensivo paragone tra la lista dei traducenti e un volgare portaombrelli...

Nel caso specifico, l'esempio dell'astrologia mi serviva a contestare il ragionamento "X suscita dissenso espresso da piu` parti (nonostante queste giudichino X un'attivita` inutile/irrilevante/ininfluente), ergo X e` qualcosa che vale la pena perseguire". Ho quindi volutamente fatto un esempio estremo che mi permettesse di mostrare un caso di evidente contrasto con l'affermazione di cui sopra: sull'astrologia io esprimerei dissenso, ma questo non la renderebbe di conseguenza qualcosa che vale la pena perseguire.

Avatara utente
Infarinato
Amministratore
Interventi: 3734
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 10:40
Info contatto:

Re: Fuori Tema: Paragoni e logica

Intervento di Infarinato »

Bue ha scritto:Mi meraviglio, caro Infarinato, che un matematico possa cadere nel tranello di chiamare "paragone" l'artifizio dialettico consistente nel proporre un esempio volutamente estremale allo scopo di evidenziare l'aspetto che si vuole criticare nella logica del ragionamento sotto accusa.
Bue, tutto vero: e non vorrei, come ho cercato di spiegare qui (benché mi sembrasse chiaro), che si pensasse che la chiusura del filone in oggetto sia stata in qualche modo dettata dalla volontà di rintuzzare certa «mancanza di delicatezza» («maleducazione» è effettivamente eccessivo, ma stavo estrapolando [per ogni evenienza futura]), e però non negherai che il tuo «artificio dialettico» (sul quale normalmente non avrei [avuto] nulla da ridire) sia capitato in un momento poco opportuno, contribuendo cosí ad accrescere quella che a molti è apparsa come un’opera di denigrazione della nostra iniziativa.

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Nessuno e 0 ospiti