«Plastic free»

Spazio di discussione su prestiti e forestierismi

Moderatore: Cruscanti

Intervieni
Avatara utente
Berardinelli Giorgio
Interventi: 93
Iscritto in data: gio, 15 ago 2019 11:13

«Plastic free»

Intervento di Berardinelli Giorgio » mer, 11 set 2019 8:10

Sempre rimanendo sul tema dell'ecologia (settore della lingua invero brulicante di anglicismi), segnalo l'uso deprecabile dell'espressione inglese plastic free, che banalmente significa «senza plastica».

Cercando in rete , ho ravvisato, dei tre usi constatati per zero waste , solo quello attributivo e, in maniera molto minore, il sostantivante.

La strategia più immediata (e più efficace, in questo caso) potrebbe essere quella di tradurre, appunto, letteralmente. Che ne dite?

Avatara utente
Ferdinand Bardamu
Moderatore
Interventi: 4124
Iscritto in data: mer, 21 ott 2009 14:25
Località: Legnago (Verona)

Re: «Plastic free»

Intervento di Ferdinand Bardamu » mer, 11 set 2019 19:20

Io propongo (a) plastica zero, sul modello di (a) rifiuti zero.

Avatara utente
Berardinelli Giorgio
Interventi: 93
Iscritto in data: gio, 15 ago 2019 11:13

Re: «Plastic free»

Intervento di Berardinelli Giorgio » dom, 15 set 2019 15:53

Ferdinand Bardamu ha scritto:
mer, 11 set 2019 19:20
Io propongo (a) plastica zero, sul modello di (a) rifiuti zero.
Per l'uso attributivo propongo anche deplastificato.

Per l'uso sostantivante viene facile coniare deplastificazione [«dei prodotti» ecc.].

Avatara utente
Infarinato
Amministratore
Interventi: 3622
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 11:40
Info contatto:

Re: «Plastic free»

Intervento di Infarinato » dom, 15 set 2019 16:29

Berardinelli Giorgio ha scritto:
dom, 15 set 2019 15:53
Ferdinand Bardamu ha scritto:
mer, 11 set 2019 19:20
Io propongo (a) plastica zero, sul modello di (a) rifiuti zero.
Per l'uso attributivo propongo anche deplastificato.
I due concetti non sono propriamente sinonimi: com’è ovvio, se una cosa è deplastificata, è sicuramente senza plastica (o «a plastica zero»); ma se una cosa è senza plastica, non è detto che sia [stata] deplastificata. ;)

Avatara utente
Berardinelli Giorgio
Interventi: 93
Iscritto in data: gio, 15 ago 2019 11:13

Re: «Plastic free»

Intervento di Berardinelli Giorgio » dom, 15 set 2019 19:46

Infarinato ha scritto:
dom, 15 set 2019 16:29
I due concetti non sono propriamente sinonimi: com’è ovvio, se una cosa è deplastificata, è sicuramente senza plastica (o «a plastica zero»); ma se una cosa è senza plastica, non è detto che sia [stata] deplastificata. ;)
Purtuttavia, considerando «plastificato» come aggettivo (ovvero equivalente all'espressione «fatto di plastica») e prendendo il valore negativo di de- (come in «decrescere», esempio del Treccani), i due concetti divengono propriamente sinonimi. Ci ha pensato?

Avatara utente
Millermann
Interventi: 795
Iscritto in data: ven, 26 giu 2015 19:21
Località: Riviera dei Cedri

Re: «Plastic free»

Intervento di Millermann » dom, 15 set 2019 20:25

Infarinato ha scritto:
dom, 15 set 2019 16:29
I due concetti non sono propriamente sinonimi: com’è ovvio, se una cosa è deplastificata, è sicuramente senza plastica (o «a plastica zero»); ma se una cosa è senza plastica, non è detto che sia [stata] deplastificata.
Nel senso che potrebbe non averne mai contenuta, intende?
È vero, tuttavia non mi pare un gran problema: deplastificare e deplastificazione, pur non essendo [ancora] nei dizionari, sono già usati col significato di «liberare [il mondo e sé stessi] dalla (e della) plastica, onnipresente».
Perciò avrebbe comunque un senso dire «questo prato/questo bosco è deplastificato» anche se, a rigore, un prato o un bosco non dovrebbero, per loro natura, contenere plastica! ;)

A proposito di dizionari: pare che questo verbo stia per (o potrebbe) essere ammesso in una versione un po' meno comune (e piú breve d'una sillaba): deplasticare.
Quale vi sembra preferibile? :)
In Italia, dotta, Foro fatto dai latini

Avatara utente
Infarinato
Amministratore
Interventi: 3622
Iscritto in data: gio, 04 nov 2004 11:40
Info contatto:

Re: «Plastic free»

Intervento di Infarinato » lun, 16 set 2019 9:52

Millermann ha scritto:
dom, 15 set 2019 20:25
Nel senso che potrebbe non averne mai contenuta, intende?
Sí. Intendiamoci: sono tutte proposte valide, ma, se non vogliamo parlare una lingua… di plastica ;), useremo il termine piú appropriato per il contesto in cui ci troviamo: diremo perciò senza plastica nella maggior parte dei casi; [a] plastica zero in contesti promozionali o pubblicitari; deplastificato in àmbito amministrativo o tecnico quando vi sia effettivamente stato un processo di deplastificazione.

Intervieni

Chi c’è in linea

Utenti presenti in questa sezione: Ferdinand Bardamu e 2 ospiti